Ferrero fa marcia indietro e riconosce il World Nutella Day. Aveva fatto scalpore nelle ultime ore la notizia della richiesta da parte di Ferrero della rimozione del blog sulla giornata mondiale dedicata alla Nutella realizzato da Sara Rosso. Era stata prevista, infatti, per il prossimo 25 Maggio la sospensione delle attività del blog che la scrittrice statunitense gestisce ormai da 7 anni dall' Italia, ma a quanto pare la questione è stata risolta attraverso un accordo tra le parti.

Secondo quanto riportato sul blog del World Nutella Day, infatti, nei giorni scorsi Rosso e Ferrero avrebbero avuto un importante colloquio con il quale l' azienda italiana avrebbe garantito l' intenzione di ritirare ogni accusa, giustificando la richiesta di rimozione del blog come una mera formalità derivante dall' utilizzo del marchio Nutella in assenza delle necessarie autorizzazioni. Sul blog, poi, viene anche trascritto il contenuto di una nota ufficiale di Ferrero a riguardo che chiarisce ogni dubbio.

Il contatto diretto positivo tra Ferrero e Sara Rosso, la proprietaria della pagina fan di Nutella non ufficiale "World Nutella Day", ha messo alla questione. Ferrero vorrebbe esprimere la sua sincera gratitudine a Sara Rosso per la sua passione verso la Nutella, una gratitudine che si estende a tutti i fan di "World Nutella Day".Il caso è nato a seguito di una procedura di difesa del marchio di routine che è stata attivata a causa dell' abuso nell' utilizzo del marchio Nutella sulla pagina fan. Ferrero è felice di annunciare, dopo aver contattato Sara Rosso ed aver concordato una soluzione appropriata, di aver ritirato ogni precedente azione. Ferrero si considera fortunata degli ammiratori così devoti e fedeli della Nutella come Sara Rosso.

Per chiarire ulteriormente la situazione, Sara Rosso ha poi risposto pubblicamente ad alcune delle domanda più frequenti ricevute nel corso delle scorse ore. Oltre a quelle relative alla prossima edizione del World Nutella Day, che viene confermato per il 5 Febbraio 2014, la risposta più interessante risulta certamente essere quella per chi ipotizza l' intera vicenda come una trovata pubblicitaria. A tal proposito la blogger non ha avuto dubbi nel confermare la veridicità dell' azione avanzata da Ferrero ed il suo epilogo.