A poche ore di distanza dall'attacco in strada a Turku che ha provocato due morti e sei feriti è stato attivato il Safety Check di Facebook, lo strumento che permette alle persone nei pressi della città finlandese di informare amici e parenti della propria incolumità. L'attacco è avvenuto nella piazza del mercato, nel centro della città di Turku. Una persona, da quanto si apprende, è stata arrestata ed ora si trova ricoverata in ospedale insieme alle sei persone rimaste ferite. Per il momento l'episodio non è trattato come un attacco terroristico. Prosegue la caccia a eventuali complici.

Già nella giornata di ieri il Safety Check di Facebook si è attivato in seguito all'attentato sulla Rambla a Barcellona dove sono morte 14 persone di cui due italiani. Il Safety Check è uno strumento disponibile da diversi anni all'interno del social network di Mark Zuckerberg e da qualche mese si attiva in automatico nel momento in cui molti utenti pubblicano aggiornamenti di stato relativi ad un disastro, per esempio includendo la parola "attentato". Una grande quantità di messaggi di questo tipo in arrivo da una determinata zona attiverà il Safety Check, che di conseguenza chiederà agli utenti se stanno bene.