Nel mese di settembre il team di Google ha annunciato il rilascio di Allo, l'applicazione di messaggistica per smartphone Android e iOS che sfida WhatsApp e Telegram. A tre mesi di distanza dall'uscita su Google Play Store e App Store, il servizio del colosso di Mountain View ha raggiunto il traguardo dei dieci milioni di download su Android, un dato che evidenzia l'interesse degli utenti verso questa nuova app di instant messaging che oltre ad offrire la possibilità di scambiarsi messaggi come su WhatsApp e Telegram, integra un’intelligenza artificiale in grado di dialogare con l’utente.

Il risultato ottenuto da Google Allo è ancora molto distante da quelli delle popolari app di messaggistica istantanea ma rappresenta comunque un dato significativo che evidenzia la volontà degli utenti di testare nuove piattaforme, complice ovviamente il fatto che dietro l'app per smartphone Allo ci sta il lavoro del team di Big G. Dal rilascio del servizio ad oggi gli ingegneri al lavoro sull'app hanno introdotto diverse funzionalità tra cui gli adesivi personalizzati, la modalità landscape, le risposte rapide ed i temi per l'interfaccia.

"Abbiamo garantito agli utenti che utilizzano Google Allo trasparenza e controllo sui loro dati. La cronologia delle chat viene salvata per l’utente fino a quando non sceglie di eliminarla. Google Allo permette di eliminare i singoli messaggi e le intere conversazioni. Inoltre gli utenti hanno la possibilità di attivare o meno la crittografia end-to-end per i propri messaggi e la modalità in Incognito. Disponibile inoltre la possibilità di impostare un timer per eliminare automaticamente i messaggi da Allo sul smartphone e su quello della persona con cui si sta chattando"