Secondo quanto riportato nel corso delle ultime ore dalla redazione del Wall Street Journal, in futuro il browser Google Chrome potrebbe integrare un ad blocker, un sistema in grado di bloccare in automatico la visualizzazione di banner ed altre formati pubblicitari all'interno dei siti web. Secondo la fonte questo ad blocker, simile alla sempre più utilizzata estensione Adblock, sarà attivata di default a tutti gli utenti che utilizzano Chrome su PC e su dispositivi mobile.

Intervistati sull'argomento il team di Mountain View non ha confermato la notizia e si è limitata ribadire che Google collaborare con la Coalition for Better Ads per migliorare l'offerta pubblicitaria. Sarà interessante osservare se realmente il team di Big G ha intenzione di introdurre un ad blocker all'interno del suo browser e soprattutto vedere in che modo funzionerà visto che oltre al browser Google Chrome (utilizzato da oltre il 50% degli utenti in tutto il mondo), infatti, Big G è proprietaria del circuito pubblicitario AdSense e l'eventuale attivazione di un ad blocker potrebbe limitare la visualizzazione di queste pubblicità.

Con buona probabilità l'ad blocker di Chrome non comprometterà la visualizzazione delle unità pubblicitarie di Google AdSense ma bloccherà tutti quei popup invasivi, video in autoplay con audio attivo di default e tutte quelle pubblicità che rovinano l'esperienza d'uso dell'utente. Staremo dunque a vedere in che modo Google deciderà di utilizzare questo nuovo ad blocker, l'introduzione di questa novità potrebbe dare un'ulteriore vantaggio all'utilizzo di Chrome rispetto ad altri browser come Firefox, Opera o Safari.