Navigare sul web significa dover fare inevitabilmente i conti con i Captcha, i codici di sicurezza generati in maniera automatica necessari ad identificare la persona davanti allo schermo come un umano e non come un bot. Nel tempo questi sistemi di identificazione hanno però velato la loro macchinosità: nel 2017 è assurdo dover digitare una parola generata casualmente solo per far capire ad un software che chi sta digitando le lettere è un umano. Così da diverso tempo Google ha dichiarato guerra ai Captcha, arrivando ora ad annunciare che presto la procedura sarà del tutto invisibile.

Si chiama Invisibile reCAPTCHA ed è un sistema in grado di identificare un umano semplicemente analizzando il suo comportamento: dai movimenti del mouse all'indirizzo IP, se l'intelligenza artificiale alla base del software deciderà che chi sta controllando il computer è un umano, non sarà visualizzato nessun Captcha da superare. Nel caso in cui il sistema dovesse sbagliare, invece, l'utente avrà modo di completare l'autenticazione nella maniera classica. Si tratta dell'ultimo passo di una strategia iniziata nel 2009 con l'acquisizione di una start-up americana e concretizzatasi con la pubblicazione di NO-CAPTCHA, un nuovo sistema Captcha, nel 2014.

Il sistema potrà essere integrato i tutti i portali web seguendo le istruzioni che Google fornirà agli sviluppatori nel corso delle prossime settimane. Nel 2014 l'azienda di Mountain View aveva già introdotto un sistema di Captcha più leggero che analizza il comportamento dell'utente e, se non rileva problemi, gli chiede semplicemente di spuntare una casella. A chi risulta sospetto viene invece presentato un test più elaborato caratterizzato dal classico test alfanumerico o da una nuova, molto più veloce, prova da superare. Per esempio, il sistema può presentare l'immagine di un gatto e chiedere di selezionare quelle simili in una gallery sottostante. Uno stratagemma che non solo velocizza l'operazione, ma la semplifica sulle piattaforme mobile come tablet e smartphone. In attesa della scomparsa definitiva del Captcha.