È stata da poche ore pubblicata la classifica aggiornata delle 100 migliori aziende in cui lavorare, la "100 Best Companies to Work For" che ogni anno viene pubblicata dalla redazione di Fortune. Per il sesto anno consecutivo alla prima posizione troviamo Google che ottiene il titolo di miglior azienda in cui lavorare. Il titolo è stato assegnato prendendo in esame diversi parametri tra cui il grado di soddisfazione dei dipendenti, la qualità dell’ambiente di lavoro, i benefici concessi ai lavoratori e molti altri fattori.

"Per il sesto anno consecutivo, Google è in cima alla nostra lista delle migliori aziende per cui lavorare. Il colosso tecnologico da 75 miliardi di dollari è ben noto per i benefit offerti ai dipendenti come pasti gratuiti, parrucchieri e servizi di lavanderia"

Alla seconda posizione troviamo la catena di negozi alimentari Wegmans Food Markets mentre la medaglia di bronzo va alla multinazionale The Boston Consulting Group, specializzata in consulenze e management. Interessante osservare che all'interno della classifica stilata da Fortune non compare nessun'altra azienda tecnologica nella Top 10, dopo il colosso di Mountain View, infatti, compare solo NVIDIA alla 39esima posizione, Adobe Systems alla 60esima, il produttore di videogiochi Activision Blizzard alla 66esima posizione, Cisco alla 67esima e l’operatore AT&T alla 93esima. Assenti tra le prime 100 aziende colossi quali Apple, Facebook, Twitter e Microsoft.

"Google ha migliorato le policy per i congedi dei genitori, dopo aver preso coscienza che molte neo-mamme avevano lasciato il loro impiego, contribuendo così a ridurre la quota femminile di dipendenti. C’è poi il fattore culturale: ruoli di prestigio affidati a personale di colore, supporto per i lavoratori transgender e workshop a tema aiutano a rendere il luogo di lavoro sicuro e inclusivo, oltre che molto produttivo"