Un portavoce della Corte del Lussemburgo ha comunicato che Google ha deciso di presentare ricorso contro la mega-multa da 2,42 miliardi di euro per violazione delle norme sulla concorrenza. Nel mese di giugno il colosso di Mountain View ha ricevuto una multa record dalla Commissione Ue per abuso di posizione dominante dando un vantaggio illegale al suo servizio di comparazione prezzi Google Shopping.

La multa imposta dalla Commissione dell'Unione europea al gigante del web rappresenta la più alta mai comminata dalle autorità dell'Ue. Fino ad oggi, infatti, la multa più elevata imposta da Bruxelles è stata quella del 2009 pari a 1,06 miliardi contro Intel. Nelle ore successive alla multa record comminata da Bruxelles il commissario Ue alla concorrenza Margrethe Vestager è intervenuta dichiarando: "Quello che Google ha fatto è illegale per quanto riguarda le regole Ue: ha impedito alle altre società di fare concorrenza sulla base dei loro meriti e di innovare. E soprattutto, ha impedito ai consumatori europei di beneficiare di una scelta reale di servizi e dell'innovazione". Già nel mese di giugno Google aveva annunciato un ricorso presso la Corte di giustizia europea e ora il ricorso è stato confermato.