Sembra un normale casco dalle dimensioni maggiorate, ma non serve per andare in moto o in bicicletta. Anzi, non serve proprio per muoversi ma per quando si sta fermi alla propria scrivania, soprattutto se si lavora in un ufficio rumoroso. Si chiama Helmfon e serve sì a proteggerci, ma dai colleghi molesti, quelli che parlano tutto il tempo con altre persone o al telefono e che non ci permettono di lavorare tranquillamente. Una sorta di piccola stanza personale in grado di isolare l'utilizzatore dai rumori esterni e consentirgli di effettuare chiamate riservate grazie ad un sistema dotato di microfono e auricolari.

L'idea è nata dallo studio Hochu Rayu proprio per fornire a chi si ritrova a lavorare in un ufficio rumoroso o in un open space una via di fuga che non gli richieda di fuggire in qualche angolo con il proprio portatile. In realtà, però, il concept iniziale doveva essere quello di una cabina telefonica: solo in seguito i responsabili hanno deciso di costruire un casco. È realizzato in fibra di vetro e ricoperto internamente con una speciale membrana in schiuma di polietilene in grado di isolare chi lo indossa dal mondo esterno. Così si evitano distrazioni e si può lavorare tranquillamente nonostante i colleghi più rumorosi.

Non solo, perché Helmfon è dotato di microfono, auricolari e persino una videocamera con la quale svolgere conferenze, anche in video, senza doversi per forza spostarsi dalla propria scrivania per evitare interruzioni o disturbare gli altri colleghi. Attualmente si tratta solo di un prototipo, ma in futuro si pensa di produrlo in diversi colori e consentire persino la personalizzazione da parte degli utenti con diversi temi e design. Per il momento, però, non esistono indicazioni su una possibile data di commercializzazione del casco isolante. Bisognerà sopportare i colleghi molesti ancora per un po'.