L'amministratore di un gruppo WhatsApp è stato arrestato per aver condiviso all'interno della popolare applicazione di messaggistica immagini satiriche riguardanti il Primo Ministro Narendra Modi. Secondo le fonti locali l'uomo sarebbe stato arrestato nello stato di Karnataka per poi venir rilasciato su cauzione. Lo scorso anno due amministrazioni statali hanno pubblicato delle direttive secondo cui i gestori dei social network sono responsabili dei contenuti pubblicati all'interno dei gruppi nonostante una sentenza dell'Alta Corte di Delhi a novembre 2016 si è espressa contro questa decisione.

Secondo quanto riportato dalle forze dell'ordine del Paese, un uomo avrebbe condiviso su un gruppo WhatsApp una foto modificata del Primo Ministro Modi, un'azione che ha comportato la denuncia dell'amministratore del gruppo "The Balse Boys". WhatsApp è l'applicazione di instant messaging più diffusa in India con oltre 160 milioni di utenti attivi al mese. Il team di Facebook, proprietario della piattaforma, è molto attento a salvaguardare la presenza di WhatsApp in India proprio per via del gran numero di utenti che ogni giorno si connettono tramite questa app.

Un episodio analogo si è verificato nel mese di ottobre quando un uomo è stato denunciato per aver condiviso in un gruppo WhatsApp un'immagine satirica contro Modi. In quel caso l'episodio è stato denunciato alle forze dell'ordine dai leader del gruppo politico BJP, il Partito del Popolo Indiano.