Intel ha da poche ore diffuso un comunicato stampa per annunciare la conclusione di un accordo che porterà l'azienda ad acquisire il 15% della proprietà di HERE. Come riportato nella comunicazione, Intel otterrà una quota attualmente detenuta da azionisti come Audi, BMW e Daimler. Come spesso accade per queste iniziative non è stato reso noto il valore dell'investimento ed i dettagli dell'operazione ma con buona probabilità la partnership tra Intel e HERE servirà per sviluppare nuove tecnologie da utilizzare sulle auto a guida autonoma e su nuovi prodotti per l'Internet of Things.

Per quanto riguarda il mercato delle self-driving car, i due colossi hanno stretto un accordo per sviluppare una nuova piattaforma in grado di offrire mappe in alta definizione aggiornate in tempo reale da implementare nei sistemi di bordo delle automobili senza pilota. Sull'acquisizione del 15% di HERE da parte di Intel è intervenuto il CEO Brian Krzanich che dichiara: "Le automobili stanno diventando alcuni dei dispositivi più intelligenti e connessi al mondo. Guardiamo avanti per collaborare con HERE e i suoi partner automotive in modo da offrire un’importante base tecnologica per un futuro popolato da vetture intelligenti e connesse".

Stando alle prime informazioni rilasciate sul progetto, Intel e HERE collaboreranno per realizzare mappe ancora più precise in grado di passare da un margine d’errore pari ad alcuni metri a pochi centimetri con informazioni sulle condizioni del traffico, incidente e molte altri dettagli utili che sono stati spiegati dal CEO di HERE, Edzard Overbeek: "Una rappresentazione in tempo reale e in alta definizione del mondo fisico è di fondamentale importanza per la guida autonoma e per realizzarla serviranno piattaforme di calcolo molto più potenti a bordo dei veicoli. Come fornitore di componenti di primo ordine, Intel può accelerare i programmi di HERE e le sue ambizioni in questo campo, fornendo il supporto alla creazione di una piattaforma di localizzazione digitale universale e sempre aggiornata, che si estende dal veicolo al cloud e a qualsiasi cosa sia connessa". L'accordo tra Intel e HERE sarà completato entro qualche settimana e porterà alla nomina dell'attuale attuale senior vice president and general manager della divisione Automated Driving Group di Intel Doug Davis a Supervisory Board of Directors di HERE.