La TV di Facebook? Sarà online entro due settimane. A rivelare l'imminente lancio della prossima rivoluzione del social network è Bloomberg, che spiega come il social network abbia già chiesto ai suoi partner di inviare i primi episodi dei loro show dedicati alla piattaforma. Si tratterà di puntate gratuite della durata variabile ma tra i 5 e i 10 minuti. La proprietà di questi contenuti sarà delle aziende partner di Facebook, ma quest'ultimo prenderà il 45 percento dei ricavati delle pubblicità, che probabilmente saranno rappresentate sotto forma di annunci mid-roll, cioè inseriti all'interno della riproduzione del video.

In futuro, invece, il social network ha intenzione di lanciare show caratterizzati da una durata maggiore – tra i 20 e i 30 minuti – la cui proprietà sarà esclusivamente di Facebook. Per la produzione di questa tipologia di contenuti l'azienda di Menlo Park si è affidata ad aziende come Group Nine Media, BuzzFeed, ATTN, Vox Media e altre. Gli show dovevano essere pubblicati a giugno, ma a causa di ritardi per motivi imprecisati sono stati ritardati fino ad agosto. Secondo Bloomberg potrebbero però esserci ulteriori ritardi nel rilascio della nuova televisione di Facebook.

Perché Facebook vuole creare la sua TV.

Il posizionamento dei video che finiranno all'interno della TV di Facebook è particolare: saranno caratterizzati da una produzione più rifinita rispetto ai classici video di YouTube, ma non avranno la qualità degli show di Netflix o HBO. Il motivo che ha spinto il social network a realizzare un sistema di contenuti video di questo tipo è semplice (e scontato): la pubblicità. Facebook si sta trovando davanti ad un grosso problema, cioè quello di aver terminato gli spazi in cui inserire gli annunci all'interno del suo News Feed. Proporre più contenuti video "lunghi" gli consentirà di inserire più spot pubblicitari all'interno degli stessi, garantendogli ulteriore spazio di manovra con gli inserzionisti. Facebook non ha rilasciato dichiarazioni in merito al lancio della TV.