Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg si è da poche ore espresso circa il reddito di cittadinanza, affermando che questa è l'unica soluzione per il futuro. Secondo il CEO del popolare social network, infatti, il reddito base rappresenta una forma di sicurezza sociale, necessaria soprattutto per via dell'avvento di tecnologia automatizzata che con il tempo eliminerà migliaia di posti di lavoro in tutto il mondo.

Tornando da un viaggio in Alaska con la moglie Priscilla Chan, Zuckerberg ha espresso la sua opinione in un post che ha pubblicato sul suo profilo Facebook, elogiando il Fondo Permanente di Stato (Permanent Fund), che raccoglie le entrate petrolifere dello Stato per poi distribuirle tra i cittadini dell’Alaska idonei a tale sovvenzionamento che nel 2016 è stato pari a 1.022 dollari: "Si tratta di un nuovo tipo di approccio al reddito di base: in primo luogo, è finanziato da risorse naturali e quindi non vengono aumentate le tasse, in secondo luogo, deriva da principi conservatori di un governo locale, piuttosto che da principi progressisti che mirano a costruire programmi di sicurezza sociale su larga scala. Il fatto che questa idea venga da un governo conservatore, dimostra che il reddito base è un’idea bipartisan".

Mark Zuckerberg non è l'unico leader dell’industria tecnologica a favore del reddito di cittadinanza, della stessa idea anche il numero uno di Tesla Elon Musk, il presidente di Y Combinator Sam Altman e il fondatore di eBay Pierre Omidyar. Secondo Zuckerberg: "L'economia dell'Alaska ha storicamente creato questa mentalità vincente, che ha portato alla creazione del reddito di base. Questa può essere una lezione anche per il resto del paese".