Un liceo privato di Mountain View, in California, è diventato milionario grazie ad un piccolo investimento effettuato nel 2012 in Snapchat. Cinque anni fa la Saint Francis High School, un istituto cattolico privato, ha investito 15.000 dollari in uno dei primi round di finanziamenti di Snapchat su consiglio di Barry Eggers, fondatore della Lightspeed Venture Partners e membro del consiglio del fondo della Saint Francis. L'investimento ha portato alla scuola circa 2,1 milioni di azioni di Classe A. Un terzo di queste sono state vendute nel corso della prima giornata di IPO a 17 dollari l'una, portano delle tasche della scuola circa 24 milioni di dollari.

Il restante delle azioni, circa 700.000, potrebbero rivelarsi persino più proficue per l'istituto: il valore delle singole azioni al termine della giornata di scambi si è assestato su 25 dollari per azione, in aumento del 40 percento rispetto a quello iniziale di 17 dollari. Nel 2012 Lightspeed ha guidato un investimento iniziale di 485.000 dollari, per poi arrivare ad investire altri 7,6 milioni di dollari nell'azienda in altri due round d'investimento. Eggers si è convinto ad investire nell'azienda dopo aver visto sua figlia e i suoi amici completamente assorbiti dall'applicazione.

Il liceo ha spiegato che i soldi saranno utilizzati per accelerare il raggiungimento degli obiettivi delineati nel piano strategico della scuola, tra cui migliorare i programmi a disposizione degli studenti e aumentare la preparazione di insegnanti e staff. La Saint Francis ha creato il fondo nel 1990 come metodo per generare profitti ulteriori per la scuola. Nel 1996 il fondo ha restituito 2,1 milioni di dollari su un investimento di 25.000 dollari nella Advanced Fibre Communications, un'azienda di telecomunicazioni. Il guadagno nato dall'investimento in Snapchat, però, è senza precedenti: "Non penso che altre scuole abbiano investito con così largo anticipo in un'azienda come Snap" ha spiegato Eggers.