Facebook ha da pochi giorni raggiunto il traguardo dei 500 miliardi di valore, un risultato sorprendente per la società di Mark Zuckerberg che in soli 13 anni ha raggiunto un risultato che finora avevano ottenuto solo altre tre grandi aziende del settore tech: Apple (800 miliardi di dollari di valore), Alphabeth (660 miliardi) e Microsoft (570 miliardi). A queste negli ultimi giorni si era aggiunta anche Amazon che però dopo i risultati dell'ultima trimestrale che ha registrato un calo dei profitti pari 77%, ha portato il valore dell’azienda di Jeff Bezos a quota 475,45 miliardi di dollari.

L'azienda di proprietà di Mark Zuckerberg è senza dubbio una delle realtà più giovani a raggiungere l'Olimpo delle realtà tech da oltre 500 miliardi di valore. Fondata nel 2004, Facebook ha raggiunto questo importante traguardo in soli tredici anni, 5 anni se si considera la quotazione in borsa che ricordiamo è avvenuta nel 2012. Il social network di Zuckerberg è in continua crescita: i risultati finanziari del secondo trimestre dell'anno sono estremamente positivi. La popolare piattaforma blu ha registrato 9,3 miliardi di dollari in ricavi, con un utile pari a 3,89 miliardi di dollari. Un incremento pari al 71% rispetto ai profitti registrati nel corso dello stesso periodo del 2016.

Tra le prossime realtà che si apprestano ad entrare nel club dei 500 miliardi di dollari di valore troviamo anche l'e-commerce cinese Alibaba che ha un valore di oltre 400 miliardi di dollari e dopo l'ingresso a Wall Street del 2014 si prepara a festeggiare questo traguardo. Nel frattempo si evidenzia che Twitter continua a perdere terreno nei confronti di Facebook: se a novembre 2015 il social network di Zuckerberg valeva 15 volte Twitter, oggi il valore di Facebook vale più di 41 volte quello della piattaforma di micro blogging che è ferma a 12,2 miliardi di dollari.