Tra gli strumenti a disposizione delle forze dell'ordine per il piano di sicurezza realizzato in occasione della 67esima edizione del Festival di Sanremo c'è anche uno speciale drone realizzato dall'italiana Flytop. Questo esacottero sarà utilizzato nei giorni della celebre kermesse musicale dagli agenti della Polizia di Stato, dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza. L'utilizzo di questo dispositivo tecnologico faciliterà il controllo dall'alto del teatro Ariston e delle zone limitrofe.

Grazie ad un canale criptato il drone è in grado di trasmettere in streaming immagini in alta definizione ed è in grado di funzionare anche di notte grazie alla presenza di una termo camera. Questo esacottero che può essere pilotato sia manualmente che in forma semi automatica ed è in grado di rimanere in volo per un periodo di tempo più lungo rispetto ai tradizionali droni grazie all'integrazione di una batteria molto potente in grado di assicurare un’ampia autonomia. A pilotare il drone di Flytop nei giorni del Festival di Sanremo 2017 saranno due donne della Polizia di Stato, così come sottolineato dal commissario capo di Polizia, Francesca Roberto, della Questura di Vibo Valentia

"Si tratta del primo impiego di un drone della Polizia di Stato, ancora in via sperimentale. Il primo impiego operativo del drone lo facciamo su Sanremo. E' una primizia, una sperimentazione interforze che stiamo facendo con i Carabinieri, la Guardia di Finanza e altre forze. Il Capo della Polizia ha dato l'autorizzazione per impiegarlo sul Festival di Sanremo. Le immagini dall'alto sono fondamentali per i servizi di ordine pubblico. Finora potevamo ottenerle solo con aerei ed elicotteri, tuttavia l'aereo vola a quote non utili mentre l'elicottero potrebbe volare a bassa quota ma produce un rumore tale da non consentirne l'utilizzo in manifestazioni di questo tipo. Questo drone ci consente di avere la stessa resa, se non addirittura migliore, grazie a telecamere con zoom e ci consente di tenere sotto controllo tutta l'area".