Da qualche giorno su Facebook sta girando un nuovo virus in grado di infettare i dispositivi degli utenti con pericolosi malware. A lanciare l'allarme la Polizia di Stato che tramite la pagina Facebook "Una vita da social" invita tutti gli utenti iscritti al social network di Zuckerberg a prestare la massima attenzione nel caso in cui ci si ritrova taggati all'interno di uno strano filmato. Come spiegano gli agenti, infatti, "in queste ore molti utenti si sono visti taggare in un video. In realtà però non esiste alcun filmato. Cliccando taggherete anche voi tutti i vostri amici nel falso video che contiene un virus".

La nuova minaccia scoperta dai responsabili della Polizia di Stato non è altro che una variante del "virus porno" diffuso su Facebook lo scorso anno che in poche settimane ha colpito migliaia di utenti in tutto il mondo. In quel caso il malware, oltre a colpire il computer o lo smartphone della vittima che cliccava sul filmato, era in grado di diffondersi anche attraverso la chat del social network aumentando così il numero di utenti colpiti. Nel caso in cui doveste ricevere una notifica che vi informa di essere taggati all'interno di uno strano video su Facebook, il consiglio degli agenti è di rimuovere il tag e avvisare subito l'amico infetto.

Nel mese di maggio un gruppo di malviventi aveva diffuso su Facebook un virus analogo attraverso un post ingannevole che si presentava sotto forma di video. In quel caso i cyber criminali hanno sostituito l'immagine d'anteprima del filmato con una fotografia dell'utente da colpire, così da aumentare le probabilità di successo. Con un semplice click il video era in grado di installare un pericoloso malware e replicare il messaggio nella bacheca di tutti i nostri contatti. L'unico modo per evitare di venire contagiati da queste minacce informatiche è quello di non cliccare su messaggi sospetti e informare l'utente da cui è partita la notifica.