Dopo Wind e Tre anche TIM ha annunciato ufficialmente che a partire dalla giornata di oggi sono stati aboliti i costi di roaming in Europa. Anticipando la data del 15 giugno 2017, TIM ha deciso di abilitare il roaming gratuito in Europa, con ben due settimane di anticipo rispetto alla scadenza imposta dalla normativa del Parlamento Europeo. Già da oggi dunque tutti i cittadini dell'Unione Europea hanno la possibilità di usufruire delle offerte a pacchetto TIM nei Paesi membri senza alcun costo aggiuntivo.

A confermare l'introduzione del roaming europeo per i clienti TIM anche l'app per smartphone MyTIM all'interno della quale è possibile leggere che le soglie sono valide sia in Italia che nei Paesi dell'UE. Ovviamente per usufruire del traffico Internet all'estero gli utenti saranno tenuti ad abilitare la funzione di Roaming Dati tramite le Impostazioni dello smartphone. Con l'apertura del roaming europeo di TIM l'unico grande operatore di telefonia in Italia a dover attivare ancora il roaming gratuito in Europa è Vodafone che con buona probabilità attenderà il prossimo 15 giugno.

Nel frattempo anche diversi operatori virtuali hanno confermato il roaming zero tra cui CoopVoce, Fastweb Mobile e PosteMobile. Nel dettaglio CoopVoce attiverà il roaming gratuito in Europa per tutti i suoi piani tariffari che includono voce, messaggi e dati, unica eccezione il costo del traffico dati che sarà a consumo (6 centesimi a MB). Per quanto riguarda Fastweb Mobile invece l'unica limitazione riguarderà l'offerta Freedom che anziché includere chiamate illimitate offrirà fino a 500 minuti. Ricordiamo che il roaming zero sarà disponibile per tutti gli operatori a partire dal prossimo 15 giugno nei seguenti paesi: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Regno Unito, Islanda, Liechtenstein e Norvegia.