Da qualche giorno in Russia è disponibile una nuova applicazione per smartphone destinata a far discutere: Umer, un servizio simile a Uber che anziché offrire auto a noleggio con conducente permette di organizzare un funerale via app. Scaricando Umer sul proprio smartphone sarà possibile definire tutti i dettagli per il funerale del proprio caro: dal cimitero alla lapide.

Il servizio, al momento disponibile solo in Russia, consente di scegliere tutti i dettagli che solitamente si definiscono con l'impresa di pompe funebri: in quale cimitero effettuare la sepoltura, a quale impresa affidare la cerimonia funebre e la selezione del design della lapide. Per avviare il procedimento per organizzare il funerale di un defunto è sufficiente inserire una serie di informazioni come il nome e cognome del defunto, la data della morte, la religione e l’indirizzo. Una volta inserite le informazioni necessarie sarà possibile ricevere un preventivo di spesa ed un responsabile del servizio entrerà in contatto con il cliente per definire gli ultimi dettagli del rito funebre.

A far discutere la stampa locale, soprattutto la scelta del nome "Umer" che stando a quanto riportato dalla redazione della BBC in russo significa "È morto". Tante le persone che si sono schierate contro l'apertura di questo servizio per smartphone tra cui il giornalista Sergei Mokhov del magazine locale Russian Archeology of Death che definisce l'app Umer di cattivo gusto.