Altro che prezzi spropositati e fuori portata: secondo una recente ricerca di GlobalWebIndex 6 americani su 10 sarebbero disposti a cambiare il proprio telefono ogni anno acquistando l'ultimo modello di iPhone, Galaxy o le altre linee di device più popolari. Una scelta che peraltro riguarda la fascia più giovane di popolazione, cioè quella che almeno in teoria dovrebbe avere minore potere d'acquisto: secondo lo studio, sono i giovani tra i 16 e i 24 anni gli acquirenti interessati a cambiare il proprio smartphone ogni anno. Più in generale la propensione all'aggiornamento annuale riguarda la fascia 25-44 anni.

L'aggiornamento compulsivo non risparmia però anche gli utenti più attempati: secondo GlobalWebIndex il 45 percento degli acquirenti tra i 55 e i 64 anni vuole cambiare il proprio smartphone entro il prossimo anno con un modello aggiornato. Interesse che, peraltro, sembra essere rivolto in particolar modo verso l'iPhone: secondo un'altra ricerca dello stesso ente, il 40 percento delle persone vorrebbero sostituire il proprio smartphone con il nuovo modello del dispositivo della mela.

La volontà di cambiare il proprio smartphone non deve comunque stupire, sopratutto in un periodo come quello estivo: Samsung ha da poco lanciato il suo nuovo top di gamma, così come hanno fatto LG e Huawei, mentre per settembre è atteso l'annuncio e il conseguente lancio dell'atteso iPhone 8. Inoltre, sempre dall'azienda sudcoreana dovrebbe arrivare la presentazione del nuovo Galaxy Note 8, il phablet che accompagnerà l'S8 nel tentativo di contrastare il successo della mela. Uno scenario che comunque deve scontrarsi con un mercato in stallo: nel 2016 la crescita del settore ha registrato un mero 0,6 percento, mentre nel 2015 era stata del 10 percento rispetto all'anno precedente.