Da poco più di 30 minuti l'app di messaggistica WhatsApp risulta offline in tutto il mondo. Come riportato da numerosi utenti su Twitter tramite l'hashtag #WhatsAppDown, la popolare piattaforma di instant messaging non funziona, obbligando gli utenti ad utilizzare alternative per poter inviare e ricevere messaggi dai propri contatti come Telegram, Messenger e Viber.

Telegram è senza dubbio considerata una delle migliori alternative a WhatsApp, un'app che in pochi anni è riuscita a conquistare più di 100 milioni di utenti tramite una serie di funzionalità esclusive come la presenza dei supergruppi in grado di ospitare fino a 5000 utenti, i bot, le chat segrete, la crittografia end-to-end e molte altre funzionalità che nel tempo il team di WhatsApp ha cercato di inserire anche all'interno della sua applicazione. Tra le ultime novità introdotte all'interno di Telegram si segnala la possibilità di effettuare chiamate VoIP.

Oltre a Telegram un'altra valida alternativa a WhatsApp è senza dubbio Facebook Messenger, l'app di instant messaging di proprietà di Mark Zuckerberg che offre la possibilità di chattare, effettuare chiamate, videochiamate, inviare GIF animate ma anche le estensioni che consentono a tutti gli utenti iscritti a questa piattaforma di portare contenuti all’interno delle chat senza abbandonare le conversazioni come Spotify, Giphy, Wall Street Journal e Kayak.

Meno utilizzate in Italia ma comunque degne di nota sono le app Viber e Line, utilizzate soprattutto in oriente. Infine si ricorda la presenza di Hangouts e Skype, soluzioni utilizzate soprattutto in ambito lavorativo per riunioni ed conference call. Nonostante ciò anche queste due piattaforme di proprietà di Google e Microsoft dispongono di applicazioni per dispositivi con sistema operativo Android e iOS, rappresentando valide alternative a WhatsApp per chattare con i propri contatti.