Una delle novità più apprezzate di iOS 14 è sicuramente la possibilità di aggiungere alla schermata home degli utili widget, piccole porzioni di app che possono rimanere in attività e visualizzare informazioni in modo chiaro e diretto anche quando l'app principale è chiusa. Questi elementi hanno le potenzialità per cambiare radicalmente il volto di una delle porzioni principali del sistema operativo, tanto che gli utenti hanno immediatamente iniziato a sfruttarli per creare veri e propri restyling delle loro schermate, mostrando in pubblico i risultati delle proprie fatiche.

Le schermate dei dispositivi vengono pubblicate sotto l'hashtag #ios14homescreen, che è diventato una tendenza su varie piattaforme social come TikTok e soprattutto Twitter. Per realizzare le proprie personalizzazioni alcuni hanno seguito semplicemente il proprio gusto estetico, mentre altri hanno trasformato la propria home di iOS 14 seguendo temi specifici come serie TV, videogiochi e perfino riproduzioni del sistema operativo Windows. Tutti però si sono rivolti principalmente a tre strumenti: il classico selettore degli sfondi, le scorciatoie presenti su iOS dalla versione 12 e i nuovi Widget introdotti pochi giorni fa.

Come personalizzare la home di iPhone in iOS 14

Per personalizzare la schermata home di iOS 14 l'ideale è partire dallo sfondo, tenendo sempre in considerazione quale tipo di risultato finale si intende raggiungere. Cambiare questo elemento è facile fin falle prime versioni del sistema operativo: per farlo basta visitare le impostazioni del telefono. Il passo successivo è l'aggiunta dei widget. Molte app permettono già di aggiungere i propri all'interno delle schermate home (gli elementi del resto sono i medesimi che fino a iOS 13 erano confinati nell'apposito pannello), ma quel che stanno facendo molti utenti è creare nuovi widget attraverso un'app chiamata Widgetsmith, che permette di creare calendari e orologi e informazioni meteo dallo stile personalizzato, ma anche di aggiungere immagini a piacimento mascherandole da widget. L'app si scarica a questo indirizzo, ma c'è da scommettere che presto sarà affiancata da altri prodotti rivali.

L'ultimo passo è probabilmente il più laborioso di tutti, e prevede sostituire l'uso delle app con quello dei Comandi di iPhone, le scorciatoie introdotte in iOS a partire dalla versione 12. Per farlo occorre scaricare l'app della casa di Cupertino dall'App Store, e poi creare un nuovo comando per ciascuna app che si desidera ospitare nella schermata home, seguendo questa procedura: toccare il pulsante Comandi, seguito dal tasto + e poi da Aggiungi azione, Scripting e Apri l'app; scegliere l'app da aprire, poi toccare il pulsante dei menu con i tre puntini, scegliere la voce Aggiungi a home, poi rinominare la scorciatoia e scegliere dal rullino una foto da associarvi, aggiungerla al comando e salvare. Questo stratagemma è un passaggio obbligato per chiunque desideri utilizzare icone personalizzate per le singole app, ma ha due controindicazioni: la prima è che per ogni app va prevista un'immagine, che si può scaricare da pacchetti già messi online dagli appassionati o va realizzata autonomamente; la seconda è che toccare sulla nuova icona non apre direttamente l'app scelta, ma passa dall'interfaccia Comandi, che a sua volta si occupa di aprire il software.