Elon Musk SpaceX Internet Google

Tesla deve produrre un grande numero di veicoli nel corso delle prossime settimane e il suo fondatore e CEO, Elon Musk, ha deciso di supervisionare tutto il processo dormendo all'interno della fabbrica di auto elettriche. Lo ha twittato lunedì, specificando che si occuperà della supervisione nel processo di produzione delle nuove Model 3. Il cinguettio è arrivato a margine di una piccola polemica nata da un articolo della testata Information, secondo il quale il CEO di Tesla avrebbe preso in mano la supervisione della produzione dopo aver cacciato il senior vice president dell'ingegneria Doug Field.

"Non posso credere che tu abbia scritto di questa storia" ha twittato Musk al reporter. "Il mio lavoro come CEO è quello di concentrarmi sull'aspetto più critico, che in questo caso è la produzione della Model 3. Doug, che io considero uno degli ingegneri più talentuosi al mondo, si concentrerà sull'ingegneria dei veicoli". In un ulteriore cinguettio Musk ha specificato che il cambiamento è stato deciso perché "ora è meglio dividere e conquistare", per poi definire il settore dell'automotive "un inferno".

D'altronde quella delle Model 3 è una produzione estremamente importante e già da tempo problematica, come ha dimostrato una nota interna nella quale si parla di 2.000 macchine prodotte ogni settimana, un dato inferiore alle aspettative di 2.500 veicoli per settimana che ha preoccupato gli investitori. Una situazione di certo non agevolata dalle notizie in arrivo proprio dalle fabbriche di Tesla e che parlano di pratiche lavorative non legittime e di note che chiedono di lavorare volontariamente durante il tempo libero. Così Musk ha deciso di prendere in mano la situazione in prima persona e trasferirsi all'interno delle fabbriche fino a quando la produzione non sarà davvero a regime.