facebook informazioni inserzioni

Facebook e Twitter puntano sempre di più sulla trasparenza e, a stretto giro l'uno dall'altro, lanciano strumenti, molto simili tra loro, che offrono la possibilità agli utenti di conoscere maggiori informazioni sui contenuti sponsorizzati. È una delle conseguenze del "Russiagate", lo scandalo che ha coinvolto Facebook, a proposito delle elezioni presidenziali Usa, che non è riuscita a rendere più trasparente la pubblicazione di contenuti a sfondo politico. Una mancanza, di gestione e di controllo, che ha consentito a diverse pagine di diffondere annunci e contenuti falsi. In questo modo, a pochi mesi di distanza dalle elezioni di "medio termine", Facebook vuole recuperare terreno in termini di reputazione tra i propri utenti, rendendo pubbliche informazioni sui contenuti sponsorizzati che prima erano riservate solo a Menlo Park. Lo stesso vale per Twitter, sfiorato dallo scandalo "Russiagate", la piattaforma vuole comunque contribuire a rendere più trasparenti gli annunci politici a pagamento.

Facebook punta alla trasparenza per quanto riguarda gli annunci a contenuto politico e per questo rende pubbliche informazioni che fino ad ora erano riservate. Da un paio di giorni, tutti gli utenti Facebook, da qualsiasi parte del mondo, possono visualizzare quali sono i contenuti sponsorizzati in una pagina. Per visualizzare queste informazioni è molto semplice: da mobile, comparirà una etichetta in alto a destra "Informazioni e inserzioni", cliccando sulla quale si avrà accesso ai contenuti sponsorizzati (se presenti) e si potranno visualizzare informazioni riguardo alle modifiche effettuare sulla pagina; da desktop la sezione "Informazioni e inserzioni" è visibile, su qualsiasi pagina, dal menù di sinistra, è l'ultima voce in basso e, anche in questo caso, si avrà accesso a contenuti sponsorizzati e modifiche sulla pagina. Non è ancora presente un archivio, elemento che sarà lanciato prossimamente in Brasile per le prossime elezioni in ottobre, infatti se non vi sono annunci sponsorizzati di prossima uscita, non sarà possibile visualizzare i precedenti.

È un modo per far visualizzare all'utente, che visita una data pagina, informazioni più trasparenti, cosa che non era possibile fare prima.

fanpage fb informazioni inserzioni

Nella nostra prova abbiamo monitorato pagine politiche come quelle del Partito Democratico, di Matteo Salvini, della Lega, di Giorgia Meloni, di Forza Italia, dei Luigi Di Maio, del MoVimento 5 Stelle senza trovare, nella sezione specifica "Inserzioni attive", annunci sponsorizzati.

Quasi contemporaneamente, a distanza di qualche ora dall'annuncio di Facebook, anche Twitter, sempre in virtù delle prossime elezioni americane di medio termine americane, che si terranno il prossimo 6 novembre, ha lanciato il suo Ads Transparency Center, che permetterà a tutti gli utenti, da qualsiasi parte del mondo, di visualizzare gli annunci sponsorizzati dei politici americani che concorrono per le elezioni di novembre. Lo strumento lanciato dalla piattaforma di Jack Dorsey permetterà agli utenti di cercare e vedere chi ha comprato certe inserzioni, con maggiori dettagli per quanto riguarda le campagne politiche americane, ad esempio con informazioni sul target demografico raggiunto e su quante volte è stata visualizzata una certa pubblicità. Per effettuare delle ricerche basta individuare il profilo Twitter su cui si vuole avere informazioni e quindi visualizzare le pubblicità fatte nell'ultima settimana da quell’account. Non è necessario essere iscritti per accedere alla funzione.