I kit per bici elettrica sono la soluzione migliore per chi vuole trasformare la propria bicicletta in un modello a pedalata assistita; sono anche utili per chi possiede già una bici elettrica e ha bisogno di ripararla oppure di migliorarne le prestazioni.

Per chi non ha un grosso budget da investire in un modello elettrico, il kit di conversione rappresenta una soluzione più economica per ottenere lo stesso vantaggio, quindi per pedalare con meno sforzo. L'elemento più importante del kit è il motore, che può essere posizionato nella parte centrale del telaio, nel lato anteriore o in quello posteriore; solitamente mancano la batteria e il caricabatterie, che dovranno essere acquistate a parte.

Se è vero che un kit di conversione è la soluzione più economica per trasformare la propria bici in un modello elettrico, va detto che non è certo la soluzione più semplice e immediata: a meno che non siate dei veri esperti, servirà scegliere un modello che sia dotato di un manuale con le istruzioni, oppure rivolgersi a un bike shop per il montaggio del kit. La maggior parte dei kit sono venduti su Amazon, mentre non sono disponibili su altri siti di articoli sportivi come Decathlon.

In questa guida ti spiegheremo come scegliere il kit per bici elettrica tra quelli disponibili sul mercato, facendo riferimento innanzitutto ai prodotti con un motore non superiore a 250W: i kit per bici elettrica con motore superiore a 250W, ad esempio con un motore di 1000W, trasformano la bici in un ciclomotore, per cui è prevista una normativa diversa rispetto a quella che regola l'utilizzo della bicicletta elettrica.

I migliori kit per bici elettrica

Per essere di qualità, un kit di conversione per bicicletta elettrica deve necessariamente comprendere una serie di elementi: innanzitutto il motore, poi uno schermo LCD che permetta di visualizzare la velocità e la carica della batteria. Sono presenti in molti kit anche gli acceleratori e i freni da collegare, mentre per alcuni modelli è disponibile anche la ruota posteriore che incorpora il motore, nel caso in cui si scelga di posizionare il motore sul lato posteriore della bici.

Sarà inoltre importante capire se il kit è venduto con un manuale di istruzioni, o se in rete sono disponibili delle indicazioni per montarlo nel modo giusto.

L-faster da 250W

Iniziamo il nostro confronto a partire da un kit per bici elettrica economico, proposto da L-Faster. Questo kit comprende più di dieci strumenti per trasformare la propria bicicletta in un modello elettrico.

Innanzitutto il motore, con potenza da 250W, poi una ruota libera, un controller, una catena, una leva del freno, una piastra di montaggio, un interruttore e un faro da posizionare sulla parte anteriore della bicicletta. Nel kit invece mancano la batteria e il caricabatterie, da acquistare separatamente.

Questo è in assoluto il kit per bici elettrica più economico sul mercato, ma come abbiamo già detto sarà necessario tenere conto anche dei costi di montaggio, se non si è in grado di assemblarlo da solo. Le istruzioni non sono presenti quando arriva il kit, ma possono essere richieste via mail.

Pro: il prezzo di questo kit è molto basso, ma i materiali sono di qualità

Contro: manca il libretto di istruzioni, ma può essere richiesto via mail

Bafang con motore centrale

Passiamo al kit di Bafang, particolarmente apprezzato dagli utenti, adatto per diverse tipologie di bici e con la possibilità di acquistare anche la batteria e il caricabatterie. Il kit comprende: un motore di 750W di potenza, dei sensori idraulici, un display LCD con Bluetooth, una ruota dentata, dei controdadi e delle pedivelle, magneti e sensori di velocità, il manuale di istruzioni con la possibilità di aprire anche le indicazioni per il montaggio in un video.

In regalo vengono poi forniti un riflettore e una prolunga; chi acquista il modello comprensivo della batteria troverà, oltre al caricabatterie, anche due chiavi per l'accensione e lo spegnimento.

Pro: il motore è molto performante, e il kit è facile da montare anche se non si è molto competenti in fatto di biciclette

Contro: una bicicletta elettrica con motore da 750W viene classificata come ciclomotore, quindi avrà bisogno di adeguarsi alla normativa vigente

L-Faster kit per bici fai da te

Tra i kit per bici elettrica economici c'è il modello di L-Faster, che non include la batteria e il caricabatterie e permette il montaggio del motore sui raggi della ruota, in modo da adattarsi a diversi modelli di bicicletta.

All'interno del kit sono presenti, oltre al motore, una catena, dei raggi per ruote personalizzati, un computer di bordo con display LCD, un acceleratore. È possibile modificarlo per far sì che funzioni con la pedalata assistita piuttosto che con l'acceleratore.

Pro: è uno dei kit più convenienti sul mercato per rapporto qualità/prezzo

Contro: mancano le istruzioni, quindi bisognerà affidarlo a una persona competente per il montaggio

Kit di conversione Dioche

Il kit di conversione di Dioche è un controller per un motore spazzolato, con il motore realizzato in alluminio con design a scanalatura per evitare la dispersione dal calore. Il kit comprende, oltre al controller, un display LCD, due freni, una coppia di acceleratori, un sensore di velocità assistita.

La tensione di funzionamento è stimata tra i 36 e i 48V, con una potenza di 1500W che renderà la vostra bici un ciclomotore a tutti gli effetti, normativa compresa. Questo kit ha un periodo di garanzia di 180 giorni.

Pro: i materiali di qualità assicurano il funzionamento ottimale e di lunga durata del kit

Contro: le istruzioni non sono comprese nel kit

Kit per bici elettrica da 20″ di The e-bike motor

L'ultimo kit oggetto del nostro confronto è quello di The e-bike motor, che comprende anche una ruota motorizzata. In questo caso i tempi di consegna non sono brevissimi, ma è possibile trovare tante risposte a domande e dubbi grazie alla disponibilità del venditore nel chiarire eventuali perplessità.

Oltre a questa, il kit include un motore brushless da 1500W, fili in rame per collegare la ruota anteriore o quella posteriore, cerchioni in alluminio, un controller per la velocità, una leva del freno.

Pro: batteria a parte, secondo gli utenti questo kit ha tutto ciò che serve per trasformare la propria bici in una super-bici

Contro: i tempi di consegna sono un po' lunghi, come specificato anche dal venditore

Come scegliere il kit per la bicicletta elettrica: guida all'acquisto

Il confronto tra 5 modelli di kit per bici elettrica ci ha già permesso di farci un'idea sulle caratteristiche tecniche fondamentali per acquistare un prodotto di qualità. Dopo aver guardato cosa offre il mercato, vediamo nel dettaglio quali sono le cose da tenere d'occhio prima di acquistare un kit di conversione.

Istruzioni e montaggio

Se siete dei veri esperti delle biciclette elettriche e non, probabilmente la presenza di istruzioni non sarà poi così importante, ma si tratta di un elemento fondamentale per tutti gli altri. La facilità di montaggio e la presenza, in rete o su carta, di istruzioni chiare e immediate sono due elementi di primaria importanza. Non sempre nella descrizione dei prodotti viene specificato questo elemento, ma spesso è possibile trovare un riscontro tra i commenti degli utenti, o tra le domande a cui i diversi venditori hanno risposto nel tempo.

Potenza del motore

Il motore presente in un kit è chiaramente l'elemento più importante tra le varie componenti fornite in dotazione. La sua potenza determina in larga parte la qualità complessiva del prodotto, ma va tenuto in considerazione anche l'adeguamento alla normativa vigente.

Affinchè una bici elettrica possa essere ancora considerata una bicicletta, il suo motore non deve superare i 250W con velocità massima di 25 km/h. Nel caso di motori da 500W, 750W o 1000W, invece, bisognerà considerare anche le spese per adeguare la propria bicicletta alla normativa sui ciclomotori.

Qualità del materiale

Trattandosi di elementi pensati per durare a lungo, è chiaro che la qualità dei materiali con cui sono costruiti i kit rappresenti un elemento sicuramente importante e da tenere in considerazione. L'acciaio e l'alluminio sono sicuramente i materiali migliori: tra questi, è preferibile il secondo per una questione di leggerezza, anche se il primo è in media più durevole.

Compatibilità

Ultima, ma non per importanza, è la valutazione della compatibilità del kit con la propria bicicletta. Questa caratteristica è legata a dove si vuole posizionare il motore: anteriormente, posteriormente o al centro, sul telaio.

Dove acquistare il kit di conversione per la bici elettrica

Il kit per trasformare una normale bicicletta in un modello elettrico è decisamente la soluzione più conveniente per ridurre lo sforzo della pedalata senza acquistare una bicicletta elettrica, che sarebbe molto più costosa. Questi prodotti sono molto poco diffusi all'interno dei negozi fisici, mentre sono disponibili tra i rivenditori online e in particolare su Amazon, dove è possibile anche confrontare le opinioni degli utenti e scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze.