135 CONDIVISIONI
Opinioni
24 Aprile 2015
15:02

La provocazione di Google: Android fa pipì su Apple in Google Maps

Che Google e Apple siano rivali non è certo un segreto e le due aziende non perdono occasione di punzecchiarsi con frecciatine più o meno evidenti. L’ultima provocazione in questo senso arriva proprio da Google, che, all’interno delle sue mappe Google Maps, ha inserito un’immagine alquanto esplicita che rappresenta chiaramente la sfida tra le due aziende.
A cura di Marco Paretti
135 CONDIVISIONI

Che Google e Apple siano rivali non è certo un segreto. Le due aziende non perdono occasione di punzecchiarsi con frecciatine più o meno evidenti, data la loro rivalità in molti campi, da quello dei sistemi operativi a quello dei dispositivi come smartphone o tablet. L'ultima provocazione in questo senso arriva proprio da Google, che, all'interno delle sue mappe Google Maps, ha inserito un'immagine alquanto esplicita che rappresenta chiaramente la sfida tra le due aziende. Raggiungendo le coordinate N 33°30’52.5″ E 73°03’33.2″ su Google Maps, infatti, è chiaramente visibile la sagoma della mascotte di Android intenta fare pipì sulla mela di Apple.

Le coordinate portano alle periferie di Rawalpindi, una città posizionata nel nord del Pakistan. La provocazione è visibile sia dall'interfaccia desktop che da quella mobile del servizio di navigazione dell'azienda di Mountain View, ma la sua provenienza non è ancora stata chiarita. Potrebbe essere un gesto deliberato di Google o semplicemente il divertimento di qualche sviluppatore un po' troppo euforico riguardo a tutta la diatriba tra le due aziende americane. Fatto sta che l'immagine – forse un po' troppo immatura – fa sorridere vista la dimensione di queste realtà: anche due aziende così grandi si azzannano come fossero dei ragazzini.

Apple non è nuova a questo tipo di provocazioni. Negli ultimi anni è stata al centro di numerose punzecchiature da parte della rivale Samsung, che attraverso spot pubblicitari ed inserzioni ha sempre sottolineato i punti a favore dei propri dispositivi nei confronti di quelli della mela. Ma non solo, spesso e volentieri l'azienda sudcoreana ha colpito anche i fan di Apple deridendone i comportamenti, come le famose code di attesa in occasione dell'uscita dei nuovi prodotti. L'ultima provocazione di Samsung riguarda proprio l'iPhone 6 Plus: in un'immagine pubblicata durante il lancio del primo phablet di Apple era presente una citazione del 2010 di Steve Jobs – "Nessuno andrà mai a comprare un telefono grande"- accompagnata da una considerazione: "Indovinate chi ha cambiato idea?".

135 CONDIVISIONI
Google Maps, un'infografica ripercorre i 10 anni del servizio
Google Maps, un'infografica ripercorre i 10 anni del servizio
Google Maps, come inviare una ricerca effettuata da desktop su iPhone
Google Maps, come inviare una ricerca effettuata da desktop su iPhone
99.127 di Tecnologia Fanpage
Google, fino a 8000 dollari per chi trova un bug in Android
Google, fino a 8000 dollari per chi trova un bug in Android
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni