microsoft paint

A quanto pare a Redmond ci hanno ripensato e Microsoft Paint, la popolarissima app di grafica semplice, resterà in Windows 10, diversamente da quanto invece prospettato in precedenza. Forse ha prevalso quel senso di nostalgia che prende chiunque quando sta per staccarsi da qualcosa che in realtà c'è sempre stato. Fatto sta che dopo diversi mesi di annunci in cui Microsoft avvisava gli utenti che Paint non sarebbe stata più presente all'interno del sistema operativo, l'ultimo è del mese scorso, l'azienda guidata da Satya Nadella è ritornata sui suoi passi. Il prossimo aggiornamento in arrivo, il numero 1903, non eliminerà l'app. "Sì, MSPaint sarà incluso nel 1903" dice Brandon LeBlanc, senior program manager per Windows. "Per ora rimarrà incluso in Windows 10".

Niente paura, Microsoft Paint non sparirà da Windows 10, almeno per ora. L'app di grafica che risale al 1985 e, nonostante i tanti annunci di una prossima eliminazione dall'attuale sistema operativo della casa di Redmond iniziati nel 2017, resterà invece al suo posto.

Brandon LeBlanc, senior program manager per Windows, annunciando che Paint non sarà rimosso, non spiega quale sia stata la motivazione per cui l'azienda è ritornata sui suoi passi. E pensare che solo fino a poco tempo fa l'app veniva indicata come "deprecated", nel senso che l'attuale viene considerata come superata in virtù di una nuova app in arrivo. Anche se c'è da dire che Paint non sarebbe sparita del tutto, nel senso che sarebbe dovuta essere inserita nel market di app di Microsoft dal quale comunque gli utenti avrebbero avuto modo di scaricarla di nuovo.

Il piano di Microsoft era quello di eliminare Paint per fare spazio a Paint 3D, una versione evidentemente più aggiornata e al passo coi tempi per spingere i creators ad usare di più Windows 10 per le loro creazioni ed elaborazioni grafiche. Al momento da Redmond non viene fatta chiarezza su questo dietrofront, non si sa quindi se Paint resterà ancora lì in futuro o se Microsoft abbia pensato di abbandonare Paint 3D. Quello che è certo è che, per ora, i tanti appassionati dell'app possono star tranquilli che l'app ci sarà ancora.