Il futuro è donna. Ma non se si parla di scarpe intelligenti. Nel corso degli ultimi giorni le nuove scarpe che si allacciano da sole di Nike, le Adapt BB, hanno creato un grande clamore; basate su un modello lanciato in realtà qualche anno fa, le nuove calzature propongono una serie di funzionalità legate ad un'applicazione per smartphone e possono essere allacciate automaticamente, come avviene nel film Ritorno al Futuro. C'è solo un problema: Nike ha lanciato solo un modello da uomo, lasciando di fatto a bocca asciutta le clienti di sesso femminile.

Un elemento che fa sorridere anche visto il claim legato alle scarpe: "Una scarpa personalizzata per tutti". Ma solo se i piedi rientrano nelle misure per le quali sono disponibili le Adapt BB, che di fatto escludono la maggior parte delle donne. Ora, è bene sottolineare – come d'altronde Nike ha già fatto – che le scarpe in questione sono unisex, come d'altronde la maggior parte di scarpe sportive. Il problema è nelle taglie: le Adapt BB vengono vendute partendo da una taglia 40, un punto di partenza adatto per un uomo ma difficilmente applicabile ad una donna. In breve, se una ragazza con un piede di taglia inferiore al 40 volesse comprare le nuove e futuristiche Nike, non potrebbe farlo.

Un approccio davvero incredibile visto anche l'obiettivo "innovativo" delle scarpe, un'innovazione che però taglia completamente fuori le clienti femminili. Le scarpe, che hanno un costo di 350 dollari, sono finite al centro dell'attenzione per le loro funzionalità particolarmente tecnologiche e, soprattutto, per la capacità di allacciarsi da sole. Le scarpe possono inoltre collegarsi ad un'applicazione per smartphone per scaricare aggiornamenti di sistema e gestire il sistema di autoallacciamento. Insomma, il futuro delle calzature. Da uomo.