I puristi e i conservatori ormai se ne sono fatti una ragione: i video in verticale ormai stanno conquistando la Rete. Snapchat e Instagram (e più recentemente YouTube) hanno definitivamente sdoganato un modo di registrare e guardare contenuti che fino a pochi anni fa era considerato abominevole, ma il prossimo passo potrebbe essere ancora più estremo: il gruppo coreano Samsung ha infatti appena annunciato un nuovo televisore dal formato verticale pensato proprio per visualizzare in modo nativo i contenuti ripresi in questo modo dagli smartphone.

Il TV, indirizzato principalmente ai millennial e alle generazioni successive, è stato battezzato Samsung Sero ed è un modello da 43 pollici di diagonale con pannello in formato convertibile da 16:9 a 9:16. Lo schermo fortunatamente non è fisso, ma ruota di 90 gradi sul suo supporto per passare velocemente dalla visione di film e serie TV a una modalità verticale più promettente di quel che sembra. Completamente ruotato, il TV può infatti servire non solo per visualizzare i contenuti trasmessigli dal telefono senza spreco di spazio, ma anche come cornice digitale o come hub per la riproduzione di musica.

Non è sicuramente la prima volta che qualcuno tenta di far sparire il confine tra il formato verticale degli smartphone e il mondo dei conteuti televisivi. Nel 2018 due ex ingegneri provenienti da Google e Instagram avevano dato vita a Dreams, una startup creata per distribuire su smartphone — ma come fossero canali televisivi sfogliabili in stile zapping — dei contenuti prodotti in formato verticale o convertiti dal formato classico, attraverso un algoritmo di intelligenza artificiale e il lavoro di personale specializzato. Di Dreams non si hanno notizie da tempo e l'idea di Samsung è differente, ma si basa sulla stessa ipotesi: che il formato verticale possa adattarsi bene ad un utilizzo che va oltre quello dello scorrimento di pagine web e app sul telefono.

Al momento in ogni caso Samsung Sero non si candida come best seller e la stessa società sembra averlo posizionato a metà strada tra un concept e un prodotto commerciale: sarà venduto solo in patria, a partire da fine maggio e al prezzo di circa 1.450 euro, e molto probabilmente il suo eventuale successo servirà ai piani alti di Samsung come termometro per valutare l'interesse del pubblico in questa tipologia di prodotti.