Il CEO di Apple fa coming out e attraverso un articolo pubblicato sulla rivista BusinessWeek confessa di essere omosessuale. Dopo diversi mesi di rumor e ipotesi fatte da giornalisti e consumatori, per la prima volta Tim Cook confessa alla stampa di essere gay. Come si legge nell'articolo apparso su BusinessWeek Tim Cook si dice "Orgoglioso di essere gay". Tim Cook, amministratore delegato di Apple dal 24 Agosto 2011, dichiara alla noto portale web che questa è la prima volta in cui ammette pubblicamente la sua omosessualità. Come si legge nell'articolo Cook ha rivelato già da anni il suo orientamento sessuale solo ad amici stretti e persone del sul suo stesso orientamento sessuale: "Fatemi essere chiaro: sono orgoglioso di essere gay, e lo considero uno dei più grandi doni che Dio mi ha dato".

Tim Cook, dopo aver svelato pubblicamente il suo orientamento sessuale si schiera in difesi dei diritti all'identità sessuale: "Ci sono molti posti dove i proprietari possono sfrattare gli inquilini perché sono gay, o dove può essere impedito di visitare il proprio partner malato e condividere le eredità. Innumerevoli persone, in particolare bambini, affrontano la paura e gli abusi ogni giorno, a causa del loro orientamento sessuale". Il CEO di Apple poi continua: "Essere gay mi ha dato una più profonda comprensione di ciò che significa essere in minoranza e mi ha fornito una finestra sulle sfide che le persone in altri gruppi di minoranza fanno tutti i giorni. La mia omesessualità mi ha dato la pelle di un rinoceronte, sempre utile quando si è il CEO di un'azienda come Apple".