twitter shadow banning censura

Twitter ha chiesto a tutti i suoi utenti, più di 330 milioni in tutto il mondo, di cambiare immediatamente la password del loro account. Il motivo? Un bug dei sistemi interni ha portato all'esposizione in chiaro sotto forma di documento di testo di tutte le credenziali di accesso degli utenti. Twitter ha aperto un'investigazione sull'accaduto, assicurando che la falla non ha portato a nessun utilizzo malevolo delle informazioni ma richiedendo a tutti gli iscritti di modificare la propria password per evitare possibili problematiche. "Si tratta di un'ulteriore cautela" spiegano dal social network.

Secondo Twitter, il bug è stato causato da un problema tecnico del sistema che "nasconde" le password trasformandole in sequenze casuali di numeri e lettere quando vengono immagazzinate nei server dell'azienda. A causa dell'errore, queste password sono state salvate in chiaro all'interno di un file di testo, elemento che le avrebbe rese visibili da chiunque internamente. Twitter ha specificato di aver individuato il bug e di aver rimosso le password visibili, assicurando che un'eventualità del genere non accadrà più in futuro. Per questo motivo, però, ha dovuto invitare gli utenti a modificare le loro password.

L'azienda non ha specificato quante password sono state coinvolte e potenzialmente compromesse o per quanto tempo il bug ha esposto questi dati prima di essere individuato dai tecnici del social network, ma il fatto che Twitter stia invitando tutta la sua utenza a modificare i dati di accesso indica che il numero totale degli utenti coinvolti non sia basso. Il consiglio è quindi quello di modificare immediatamente la password – potete farlo dal sito o dalla mail che Twitter ha inviato a tutti gli iscritti – e fare lo stesso sui siti web dove avete utilizzato la stessa password.