Dalle 22.30 di ieri sera, per oltre due ore, l'applicazione di messaggistica WhatsApp ha registrato gravi problemi di connessione che hanno impedito agli utenti di tutto il mondo di scambiarsi messaggi. Sull'accaduto nella mattinata di oggi è stato diffuso un comunicato in cui la compagnia si scusa per i problemi con l'app di instant messaging: "Gli utenti di ogni parte del mondo non hanno avuto accesso a WhatsApp per alcune ore. Ora abbiamo risolto il problema e ci scusiamo per il disagio".

Nella nota stampa diffusa dal team di Facebook (che ricordiamo ha acquisito WhatsApp nel 2014 per 22 milioni di euro) i responsabili del servizio non hanno precisato i motivi che hanno causato il crash di WhatsApp nella serata di ieri. In passato l'applicazione ha riscontrato problemi di connessione ma solitamente il down non superava mai i trenta minuti. Solitamente il blackout di WhatsApp è legato al sovraccarico dei server della piattaforma che impediscono agli utenti di inviare e ricevere messaggi WhatsApp.

Nel frattempo in Rete gli utenti lamentano uno scarso livello di comunicazione da parte del team di WhatsApp che non ha rilasciato alcuna comunicazione in tempo reale riguardante i problemi che si sono verificati. Come evidenziato su Twitter da numerosi utenti tramite l'hashtag #WhatsAppDown, ad esempio, l'account di supporto @wa_status è fermo al 2014, anno in cui l'applicazione è stata acquisita da Mark Zuckerberg. Situazione analoga per il profilo @WhatsApp il cui ultimo tweet è stato pubblicato ad agosto 2016. Nulla di meglio sulla pagina Facebook dove nonostante i 27 milioni di fan l'ultimo post risale al 13 aprile. Nel frattempo proseguono gli insulti nei commenti al post relativo ai risultati fiscali della compagnia di Zuckerberg che lo stesso ha pubblicato sul suo profilo personale proprio qualche minuto dopo i primi problemi a WhatsApp.