Facebook ha pubblicato i risultati finanziari del secondo trimestre dell'anno, annunciando ancora una volta numeri record che segnano una netta impennata nei confronti dello scorso anno. Negli ultimi tre mesi il social network di Mark Zuckerberg ha generato un fatturato di 6,44 miliardi di dollari e un utile di 2,05 miliardi di dollari, con un incremento del 59 percento rispetto ai 4,04 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2015. Cresce anche il numero degli utenti mensili attivi, che ora si assesta a quota 1,71 miliardi, con un incremento del 15 percento rispetto allo scorso anno.

Su mobile gli utenti attivi ogni giorno sono pari ad un miliardo: un elemento importante, perché l'ecosistema mobile genera l'84 percento di tutti i ricavi dell'azienda di Menlo Park. Se la crescita del colosso di Zuckerberg continuerà con questa velocità, entro la fine del prossimo anno raggiungerà i 2 miliardi di utenti attivi ogni mese. Dall'ingresso in borsa, avvenuto quattro anni fa, il valore delle azioni di Facebook è più che triplicato. Nel frattempo, peraltro, l'azienda è riuscita a portare entrambe le sue app di messaggistica – WhatsApp e Messenger – ad un miliardo di utilizzatori.

Ma l'aspetto più importante è che il social network pare abbia capito come monetizzare le sue applicazioni mobile, un elemento che molti altri competitor non hanno ancora compreso. Per il momento gran parte dei ricavi mobile – rappresentano l'84 percento del totale – arrivano da Facebook e Instagram, quindi l'azienda ha ancora modo di crescere su WhatsApp e Messenger. Ma l'aspetto sociale di Facebook è ormai solo una parte dei progetti futuri dell'azienda di Menlo Park, che ora prevedono anche lo sviluppo della realtà virtuale, dell'intelligenza artificiale e di una flotta di droni in grado di distribuire la connessione ad internet dal cielo.