Samsung ha lanciato un nuovo sito per consentire a tutti gli utenti di scoprire se il proprio dispositivo è sicuro o è caratterizzato da una batteria difettosa e, di conseguenza, a rischio esplosione. L'azienda sudcoreana ha infatti già richiamato milioni di phablet in tutto il mondo perché caratterizzati da un problema di fabbricazionedovuto, pare, ad un'eccessiva fretta nella produzione – che causa un forte rischio di esplosione che ha portato nei soli Stati Uniti a 92 incidenti. "In risposta ai casi riguardanti il Galaxy Note7 recentemente segnalati, abbiamo condotto un’indagine approfondita e abbiamo individuato una problematica in alcuni tipi di batteria del nostro nuovo prodotto" ha scritto l'azienda. "Abbiamo deciso di sospendere temporaneamente la commercializzazione anche in Italia del Galaxy Note 7″.

Alcuni dispositivi fallati sono però finiti nelle mani dei consumatori, che ora devono restituire il dispositivo e "smettere di utilizzarlo" come sottolinea Samsung. Per scoprire se il proprio smartphone è a rischio, però, è possibile utilizzare uno strumento messo a disposizione del produttore direttamente sul sito ufficiale. Inserendo il numero IMEI del Note 7 sulla pagina dedicata è possibile scoprire le sorti del dispositivo; questo numero si può visualizzare sulla scatola del telefono o inserendo il codice *#06# nell'app Telefono del Note. Inoltre, Samsung ha introdotto una nuova icona a livello software che, se di colore verde, indica un lotto sicuro.

galaxy-note-7-batteria

Questa icona viene modificata dal colore bianco a quello verde sulla barra di stato e nella schermata di sblocco. Samsung ha inoltre marchiato i nuovi Note 7 – cioè quelli "sicuri" – con un bollino quadrato posizionato accanto al codice a barre incollato sulla scatola. Se il vostro dispositivo è compromesso, dovreste restituirlo al più presto, pena restare coinvolti in spiacevoli incidenti che possono provocare danni anche gravi a cose e persone.