Torniamo a parlare della scansione del volto dell'iPhone 8. Dopo le indiscrezioni diffuse nelle settimane scorse da un gruppo di sviluppatori che all'interno del firmware preliminare dello speaker HomePod ha trovato una serie di informazioni riconducibili alla tecnologia Face ID, oggi dall'oriente arrivano nuove conferme sul funzionamento di questo sofisticato sistema di scansione 3D del volto. Come riportato da un report asiatico ripreso dalla redazione del portale 9to5mac, questa nuova tecnologia che con buona probabilità sostituirà il classico sensore Touch ID per le impronte digitali sarà in grado di identificare il volto degli utenti in qualche "milionesimo di secondo".

Fin dai primi rumor riguardanti l'introduzione di questa tecnologia, infatti, il dubbio era legato all’efficacia e alla comodità di questa tecnologia che tuttavia sembra risultare ancora più veloce dell'attuale sensore per la scansione delle impronte digitali. Il report diffuso dal team di Korea Herald parla chiaro, il colosso di Cupertino ha intenzione di implementare sui nuovi iPhone 8 in arrivo nel mese di settembre una tecnologia caratterizzata da speciali sensori agli infrarossi che riescono a scansionare il volto di una persona prendendo in riferimento centinaia di punti sul volto. Questa tecnologia è definita "structured light" e rappresenta un grande passo in avanti per il settore degli smartphone.

Secondo i ricercatori questo scanner del volto è talmente preciso che risulterà impossibile fare confusione tra i visi di due persone diverse. Il dubbio di molti consumatori è che questa tecnologia sia meno sicura del Touch ID, soprattutto perché anche Face ID verrà utilizzato non solo per sbloccare lo smartphone ma anche per effettuare pagamenti tramite Apple Pay. Tuttavia gli esperti, riprendendo la documentazione diffusa nelle ultime ore, evidenziano che Face ID sarà più veloce e più sicuro del Touch ID. A differenza del riconoscimento facciale utilizzato già in altri dispositivi, la tecnologia adottata da Apple non si limiterà a scansionare il volto ma analizzerà anche la struttura in tre dimensioni, rendendo impossibili eventuali manomissioni.