In occasione del Future of Go Summit in Cina l'intelligenza artificiale di Google ha battuto il campione mondiale del popolare gioco da tavolo strategico orientale Go. Dopo la vittoria vittoria del software sviluppato da Google DeepMind contro Lee Se-dol, campione coreano 9° Dan, nella giornata di ieri l’intelligenza artificiale di Big G è riuscita ad avere la meglio sul 19enne cinese Ke Jie, il numero uno al mondo.

Quello sviluppato dal colosso di Mountain View rappresenta il primo software in grado di battere i più forti campioni al mondo di Go, senza handicap e su un "goban", la scacchiera 19×19 su cui si gioca la partita. Prima della vittoria sul cinese Ke Jie l'intelligenza artificiale di Google ha battuto la leggenda coreana Lee Se-dol, detentore di 18 titoli del mondo. Quella vinta dal software di AlphaGo rappresenta solo la prima partita dei tre match in programma a Whuzhen, in Cina.

Come spiegato dal CEO di DeepMind Demis Hassabis: "Invece di sminuire il Go, come qualcuno temeva, l’intelligenza artificiale ha invece reso gli umani più forti e più creativi. È stato illuminante vedere come i pro e gli amatori, che hanno scandagliato ogni dettaglio della modalità di gioco innovativa di AlphaGo, abbiano di fatto imparato nuove conoscenze e strategie sul gioco probabilmente più studiato e contemplato della storia. Penso che sia stata una meravigliosa partita. Grande rispetto per Ke Jie per aver giocato una così eccellente partita e per aver spinto AlphaGo ai suoi limiti". Nella giornata di domani è attesa la seconda partita mentre la terza si terrà sabato.