L'Italia a differenza di quanto si possa pensare può essere reputata decisamente la Regina dei social, almeno più dei blasonati Stati Uniti d'America. Secondo una ricerca dell’agenzia LiveXtension, infatti, l’Italia è più social di molti paesi che a livello infrastrutturale posseggono sicuramente migliorie tecnologiche. Confrontando i dati sull’utenza Internet americana del Pew Research 2013 con quelli di Audiweb emerge che la penetrazione dei social network in terra americana è del 72% e in Italia è del 75%.

Numeri alla mano in pratica si contano 20.597.000 italiani che utilizzano almeno un sito tra Facebook, Twitter, Linkedin, Tumblr, Instagram e Pinterest. Il bello è che tra le due nazioni la differenza tra le due nazioni è sostanzialmente dovuta allo strano fatto che la popolazione più anziana è decisamente meno digitale che altrove nell’utilizzo generale del web, ma quando vi accede è quasi sempre sui social. Oltre il 60% degli utenti italiani infatti con età superiore ai 64 anni possiede un account su un social network, mentre negli Usa sono solo il 43%. Per quanto riguarda invece la fascia d’età più bassa, ossia tra i 50 e i 64 anni, il 60% degli americani usa i social, mentre in Italia è il 75%. Una verifica ulteriore di questo fenomeno è stata effettuata da LiveXtension confrontando i dati relativi al mese di luglio 2013 di Nielsen USA e di Audiweb per quanto riguarda l’uso dei social network. Pur con qualche differenza rispetto ai dati di Pew Research, il gap rimane.

Interessante osservare anche come il Social Network per eccellenza, Facebook, risulti il primo della classe con le altre piattaforme a seguire, tra cui Twitter e Instagram in primis. Là esiste una notevole vitalità da parte delle altre piattaforme, che le porta ad avere numeri e diffusione davvero significativi: lo share di Twitter è al 15,24%, Linkedin è al 18,6%, Pinterest al 12,86%, Tumblr all’11,56%.