Da qualche minuto è disponibile per il download gratuito il nuovo sistema operativo macOS Sierra. Scaricare il nuovo aggiornamento per Mac è molto semplice, è sufficiente recarsi all'interno del Mac App Store, accedere alla scheda Aggiornamenti e avviare il download del software. Tra le novità del nuovo aggiornamento software per Mac, oltre ad alcune novità all'interfaccia grafica, l'introduzione di diverse nuove funzionalità tra le quali si sottolinea l'introduzione di Siri, l'assistente virtuale già disponibile da tempo su iPhone e iPad. Come già avviene all'interno dei dispositivi mobile Apple, da oggi anche su Mac sarà possibile utilizzare Siri per pubblicare uno status su Facebook o Twitter, cercare informazioni su Internet, cercare un indirizzo stradale, aggiungere un evento in calendario e molto altro.

Avviare Siri su Mac è molto semplice, dopo aver installato macOS Sierra sarà sufficiente cliccare sulla nuova icona nel dock o premere contemporaneamente i tasti Alt+Spazio. Grandi novità in arrivo anche per la gestione dello spazio e dei file che grazie al nuovo sistema operativo potranno essere organizzati in modo da liberare spazio, una novità utile soprattutto per tutti quegli utenti che non hanno poco spazio a disposizione.

Aggiornato anche il servizio iCloud Drive che ora include di default la cartella Documenti e Scrivania. Proseguono le novità la modalità Picture-in-Picture (PiP) disponibile sul browser Safari per tutti video in formato HTML5, grazie a questa feature sarà possibile continuare a lavorare su un file e visualizzare allo stesso tempo una miniatura del filmato. Altra feature interessante è Auto Unlock che consentirà di sbloccare il Mac tramite Apple Watch (senza la necessità di inserire la password su Mac).

Mac compatibili con macOS Sierra.

Il nuovo sistema operativo macOS Sierra è compatibile con MacBook e iMac fine 2009 e seguenti e MacBook Air, MacBook Pro, Mac mini e Mac Pro 2010 e seguenti. Alcune funzionalità più specifiche come ad esempio l’Auto Unlock, sono compatibili solo con i device più recenti, quelli prodotti da metà 2013. Tra le altre caratteristiche necessarie per procedere con l'aggiornamento la presenza di OS X 10.7.5 o seguenti, almeno 2GB di memoria RAM e 15/20GB di spazio su disco.