Oggi è il gran giorno. Alle 17:00 (ora italiana) Rupert Murdoch lancerà The Daily, il primo quotidiano per iPad, l'ultimo azzardo tecnologico della News Corp, e il mondo dei media tradizionali già prepara il contrattacco. In realtà, il New York Times è al lavoro da quasi un anno sul progetto News.me che, secondo le prime indiscrezioni, non dovrebbe aver nulla a che vedere con The Daily, mentre potrebbe avere non pochi punti di contatto con Flipboard, una delle app per iPad più amate del momento. L'iniziativa nasce dalla collaborazione tra l'incubatore tecnologico Betaworks e il New York Times. Secondo le dichiarazioni che John Borthwick, CEO della Betaworks, rilasciò nel settembre 2010 a proposito del progetto News.me, i partner coinvolti erano più che certi di essere al lavoro per costruire "qualosa di meraviglioso e sbalorditivo nel campo delle social news". Oggi, grazie a TechCrunch, possiamo gettare un rapido sguardo su questo progetto, ancora in working progress, ma di cui è disponibile un primo screenshot.

news-me

News.me è un'applicazione che mira a presentare le notizie in maniera social, vale a dire dando precedenza alle letture, i post ed i link che vengono quotidianamente tweettati dagli utenti che si è deciso di "seguire" sul social network cinguettante. Le news vengono poi filtrate e ordinate a seconda di quante condivisioni e quanti click esse hanno conquistato in totale. Già a partire da questa prima considerazione, le enormi divergenze tra The Daily e News.me appaiono ormai evidenti: il quotidiano per iPad produrrà i propri articoli, i propri video e i propri contenuti, proprio come fanno il New York Times, Usa Today, Washington Post e via dicendo, mentre News.me aspira a diventare un aggregatore di notizie con qualcosa in più rispetto a Flipboard. Certo, anche The Daily disporrà di non poche funzioni social, in caso contrario l'operazione non avrebbe alcun senso. Perché mai impegnarsi a creare un quotidiano esclusivo per iPad se poi si tratta di giornale come tutti gli altri? Al momento, però, nulla si sa in merito a queste "funzioni speciali" e, pertanto, limitiamoci a rilevare le novità introdotte da News.me.

Tanto per cominciare, attraverso News.me sarà possibile accedere all'account Twitter e osservare lo stream di notizie non come una banale successione di link, ma come anteprime di veri e propri articoli, con testo e immagine. Sarà inoltre possibile visionare lo strem di tutte le persone che utilizzano News.me e di cui si è "follower".  Appena viene lanciata, l'applicazione presenta un  semplicissimo tutorial che ne spiega il funzionamento.

news-me-launch-screen
bijan-news-me

Ovviamente, ogni storia può essere salvata e condivisa attraverso i più celebri servizi web e tutti gli articoli possono essere letti integralmente. Anche per questo, l'applicazione non sarà affatto gratuita, ma prima di stabilirne il prezzo il NYT e la Betawork aspetteranno di sapere cosa succederà con The Daily.

news-me-earth

Nel frattempo, ci auguriamo che, prima del lancio, News.me si faccia venire qualche altra idea brillante, riuscendo a partorire un prodotto che non si limiti ad essere la copia rivista e corretta di qualcosa che già esiste, ma qualcosa di completamente nuovo e, magari, anche utile. Non guasterebbe.