Da oggi tutti gli utenti di Facebook e Instagram possono decidere di dire addio ai Mi piace. La fase di test che le due piattaforme (e in particolare quella fotografica) hanno portato avanti nel corso degli ultimi mesi si è conclusa e ha portato alla pubblicazione per tutta l'utenza della importante novità, cioè la possibilità di eliminare non solo la visualizzazione dei numero dei Mi piace sotto ai post degli altri ma anche di rimuovere il conteggio sotto ai propri post. In questo modo gli altri non potranno vedere quanti like hanno ricevuto i nostri contenuti e "ci si potrà concentrare sulla condivisione delle foto e dei video, piuttosto che sul numero dei like" spiega l'azienda di Zuckerberg.

"Abbiamo testato la possibilità di nascondere il numero dei like per capire se questo poteva aiutare a ridurre la pressione che alcune persone sentono nel postare su Instagram" si legge in una nota. "Quello che è emerso, confrontandoci con le persone e con gli esperti, è che se per alcuni non vedere il numero di like era positivo, ad altri la cosa non piaceva, anche perché questi parametri sono usati dalle persone per avere un'idea dei contenuti più trendy e di successo". Da oggi, invece, tutti potranno scegliere se vedere o nascondere i Mi piace sotto a tutti i contenuti, anche ai propri.

La grande novità è che questa modifica, testata soprattutto su Instagram, andrà a coinvolgere anche Facebook, dove gli utenti potranno rimuovere la visualizzazione dei Mi piace nel corso delle prossime settimane. Una modifica importante perché andrà a toccare uno degli elementi chiave del social network di Zuckerberg, che proprio sui Mi piace ha fondato il suo impero. Già da oggi è però possibile nascondere i like dai post su Instagram; per farlo basta andare nelle impostazioni dei post oppure selezionare i tre puntini sopra a ogni contenuto e poi cliccare su "Nascondi il numero di Mi piace". "Cambiare il modo in cui le persone visualizzano il numero dei like è un grande passo e continueremo a lavorare perché le persone abbiamo sempre più opzioni di scelta e la migliore esperienza quando usano le nostre app" ha spiegato Facebook.