In una decina di video era riuscito a diventare una star di TikTok semplicemente affettando pizza presso la catena Domino's, ma ora quegli stessi video gli hanno fatto perdere il lavoro. È accaduto a Kieran Burgess, un diciannovenne residente nel Nuovo Galles del Sud, in Australia, che stando a quanto dichiara sembra sia stato licenziato per aver violato le regole della catena nel corso dei vuoi video diventati virali.

Nei mesi scorsi Burgess ha lavorato come pizzaiolo nella cucina di uno dei punti vendita della nota catena, e da giugno ha iniziato a pubblicare su TikTok alcuni video nei quali mostrava la sua abilità nell'affettare le pizze appena pronte. Nelle clip il giovane fa volteggiare in aria un affilato coltello a lama semicircolare: l'effetto scenografico dell'oggetto nell'aria e l'abilità manuale del ragazzo gli sono valsi un'attenzione sempre crescente da parte degli utenti di TikTok fino a procurargli milioni di visualizzazioni e migliaia di nuovi follower in poche settimane.

 

Con la fama è però arrivato anche un controllo da parte dell'azienda, che ha constatato come i video violassero le norme di sicurezza sul posto di lavoro e le regole interne a Domino's riguardanti le comunicazioni sui canali social dei dipendenti. A questo punto le versioni delle due parti in causa differiscono: stando a quanto dichiarato dal diciannovenne, l'azienda lo avrebbe licenziato a causa delle clip pubblicate; per Domino's al giovane sarebbe stato invece chiesto di togliere i video incriminati, mentre il giovane avrebbe preferito invece lasciare l'azienda.

Le clip sono ancora al loro posto, mentre Burges non lavora più per la catena: in uno degli ultimi video dove è ritratto al lavoro nella cucina del suo vecchio posto di lavoro ha raccontato la sua versione della storia, aggiungendo di aver già trovato un lavoro e che probabilmente inizierà a realizzare TikTok anche da lì.