162 CONDIVISIONI
14 Agosto 2015
10:58

Agenzia delle Entrate, attenzione alla truffa: false email di rimborsi

L’Agenzia delle Entrate ha da poche ore diffuso un comunicato stampa per informare tutti gli utenti di una serie di email ricevute da alcuni cittadini contenenti false comunicazioni relative a rimborsi fiscali, apparentemente provenienti dall’indirizzo di posta elettronica dell’Agenzia delle Entrate.
A cura di Matteo Acitelli
162 CONDIVISIONI

L'Agenzia delle Entrate ha da poche ore diffuso un comunicato stampa per informare tutti gli utenti di una serie di email ricevute da alcuni cittadini contenenti false comunicazioni relative a rimborsi fiscali, apparentemente provenienti dall’indirizzo di posta elettronica dell'Agenzia delle Entrate. In realtà non si tratta di una comunicazione ufficiale diffusa dall'Agenzia delle Entrate ma di un tentativo di phishing, una truffa informatica attraverso la quale i promotori cercano di ottenere dalle vittime dati personali, numeri di carte di credito ed altre informazioni sensibili.

La falsa email ha come oggetto "Rimborso fiscale per 2014-2015". Nel caso in cui si dovesse ricevere un messaggio di posta di questo tipo dove si invita a cliccare su un link per accedere al proprio rimborso fiscale, bisogna ignorare la comunicazione e a cestinare la mail, si tratta solo di una truffa e non di una comunicazione ufficiale. Compilando il form con le proprie informazioni personali ed eventuale numero di carta di credito per ricevere il falso rimborso, in realtà si forniscono i dati sensibili ad alcuni malviventi che possono poi sfruttare le informazioni per altri scopi. Come si legge nel comunicato: "l’Agenzia delle Entrate non richiede mai informazioni sulle carte di credito e non invia comunicazioni via e-mail relative ai rimborsi".

Il comunicato diffuso dall'Agenzia delle Entrate

Nuovi tentativi di phishing ai danni di alcuni cittadini che hanno ricevuto via e-mail false comunicazioni relative a rimborsi fiscali, apparentemente provenienti dall’indirizzo “Agenzia delle Entrate”.
Come già avvenuto in passato, queste comunicazioni – con oggetto “Rimborso fiscale per 2014-2015” – utilizzano il logo dell’Agenzia e invitano il contribuente a cliccare sul link “Accedi al tuo rimborso fiscale” che rimanda ad una pagina web dove si chiede di inserire alcune informazioni personali, tra cui i dati della carta di credito.
L’Agenzia delle Entrate informa di essere del tutto estranea a questi messaggi e raccomanda, a chiunque dovesse riceverli, di non dare seguito al loro contenuto. Si tratta, infatti, di un tentativo di phishing, una truffa informatica attuata con lo scopo di ottenere illecitamente i dati personali dei cittadini.
Ricordiamo che l’Agenzia delle Entrate non richiede mai informazioni sulle carte di credito e non invia comunicazioni via e-mail relative ai rimborsi.
Sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, nella sezione “Home > Cosa devi fare > Richiedere > Rimborsi”, si possono consultare le corrette modalità per ricevere un rimborso fiscale.

162 CONDIVISIONI
3 Italia, attenzione alla truffa: falsi operatori chiedono i dati delle carte di credito
3 Italia, attenzione alla truffa: falsi operatori chiedono i dati delle carte di credito
WhatsApp, attenzione alla falsa email: è un virus
WhatsApp, attenzione alla falsa email: è un virus
WhatsApp, attenzione alla truffa: ecco il messaggio che nasconde un virus
WhatsApp, attenzione alla truffa: ecco il messaggio che nasconde un virus
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni