Ripiegare con precisione maglioni, pantaloni e camicie è una noia che chiunque si risparmierebbe volentieri, soprattutto quando gli indumenti da riporre ordinatamente nei cassetti sono decine e appena tolti dallo stendibiancheria. Da quest'anno però per una ristretta schiera di facoltosi le cose potrebbero cambiare: al CES di Las Vegas la società statunitense FoldiMate ha presentato una macchina piegavestiti che promette di occuparsi automaticamente del noioso procedimento.

Il robot promette indumenti perfettamente ordinati in pochi semplici passi: basta poggiarli sulla superficie di entrata e fissarli adeguatamente alle braccia meccaniche, dopodiché i meccanismi di piegatura, dopo aver capito con cosa hanno a che fare, si mettono al lavoro. Il processo è rapido: in pochi secondi il vestito è perfettamente ordinato e riposto sul vassoio di uscita, che può raccogliere fino a 15 indumenti per volta, ma in cinque minuti il numero di capi trattabile arriva a 25.

Difficile però che il robot abbia un successo travolgente. Innanzitutto non può occuparsi degli indumenti di piccole dimensioni, come biancheria intima, calze e vestiti per bambini. Inoltre non è certamente compatto, anzi occupa quanto una fotocopiatrice da ufficio. Infine, nonostante vada idealmente a posizionarsi nello stesso insieme di elettrodomestici costituito da lavatrici e asciugatrici, il rapporto tra prezzo e utilità reale tra le mura domestiche non si può certo definire simile. L'aggeggio dovrebbe infatti costare ben 1000 dollari — decisamente troppi anche per i più negati nell'arte della piegatura.

Chi se n'è innamorato però potrà metterci le mani entro l'anno. In effetti è dal 2016 che FoldiMate approfitta del Ces per dare anticipazioni sul suo robot, ma quest'anno il prodotto sembra effettivamente in arrivo; la data messa in commercio è prevista per fine 2019.