Gli ultimi modelli di iPhone – quelli usciti questo autunno e caratterizzati dal numero 11 – sono stati lodati da pubblico e critica per la loro elevata autonomia, ma chi ha in tasca uno dei modelli precedenti per ottenere risultati comparabili deve necessariamente dotarsi di una batteria aggiuntiva. In questi mesi Apple ha messo in vendita una utile cover con accumulatore incorporato, la Smart Battery Case per iPhone XR, iPhone XS e iPhone XS Max; recentemente però il gruppo ha riscontrato dei difetti in alcune unità di questo accessorio, avviando in queste ore un programma di sostituzione gratuito.

A comunicarlo è stata la stessa azienda, proponendo sostituzioni a tutti coloro che in questi mesi si siano trovati per le mani un prodotto non funzionante. Nella comunicazione diffusa dall'azienda sono stati forniti alcuni dettagli per permettere ai clienti di identificare le unità di prodotto potenzialmente difettose. Il malfunzionamento – ha assicurato Apple – non rende gli accessori pericolosi, ma può riguardare a intermittenza uno o entrambi gli aspetti fondamentali del dispositivo: la fase di ricarica, durante la quale l'accumulatore trae energia dalla rete elettrica, oppure quella di caricamento dell'iPhone, durante la quale la custodia trasferisce al telefono l'energia accumulata attraverso la porta lightning di quest'ultimo.

Qualche che sia il caso, l'utente si trova comunque con un prodotto inservibile per le mani. Le unità coinvolte sono state prodotte tra gennaio e ottobre, ma considerando che i dispositivi sono entrati in vendita proprio a gennaio i potenziali candidati alla sostituzione sono un'ampia fetta del totale. Per ottenere una nuova custodia è sufficiente recarsi presso un rivenditore autorizzato oppure in un Apple Store e far analizzare l'accessorio danneggiato agli specialisti: in caso venga riscontrato il guasto identificato da Apple, il prodotto verrà sostituito gratuitamente.