Due delle categorie di dispositivi in ascesa più ripida nel mondo della tecnologia sono quelle relative ad assistenti digitali e cura degli animali da compagnia. Per questo la startup statunitense Petcube ha lanciato in questi giorni una coppia di prodotti che interesseranno agli appassionati di entrambe le tipologie di gadget: Petcube Bites 2 e Petcube Play 2, due videocamere connesse per il monitoraggio di cani e gatti che incorporano il supporto all'assistente digitale Amazon Alexa.

Il primo — Petcube Bites 2 — unisce a una videocamera con angolo di visione a 180 gradi un dispenser di cibo programmabile o controllabile a distanza tramite l'app per smartphone; il secondo — Petcube Play 2 — al sensore video sposa invece un puntatore laser, ugualmente programmabile oppure controllabile manualmente per tenere in attività gli animali anche in assenza di compagnia. Le videocamere vantano risoluzione full HD, una modalità per la visione al buio e microfoni e altoparlanti per comunicare a distanza con i propri animali. Il sistema può riconoscerne la presenza prolungata davanti all'obbiettivo e inviare una notifica al telefono del proprietario per iniziare una vera e propria videochiamata.

Il set microfoni può inoltre trasformare i due dispositivi in centri di comando per la casa connessa: pronunciando il comando di attivazione Hey Alexa, l'assistente di Amazon si manifesta e permette di fare con i gadget tutto ciò che normalmente si può fare sugli altoparlanti smart della gamma Amazon Echo: dalla riproduzione di musica al controllo della domotica, passando per comandi specifici relativi alla distribuzione del cibo o all'attivazione del puntatore laser.

I gadget sono stati svelati al Ces di Las Vegas che si è concluso settimana scorsa ma non saranno disponibili prima di questa primavera. Il costo previsto è di circa 249 dollari per Petcube Bites 2 e di 199 dollari per Petcube Play 2.