9 Maggio 2014
15:52

Alibaba sbarca a Wall Street con la più grande IPO del mondo tecnologico

E’ pronto a sbarcare a Wall Street Alibaba, il sito e-commerce cinese, la cui IPO si appresta ad essere una delle più grandi del settore tecnologico. La creatura di Jack Ma, nata nel 1999, ad oggi conta 25 mila dipendenti e un fatturato in forte crescita di 8 miliardi di dollari.
A cura di Francesco Russo

Il colosso cinese, nel settore e-commerce, Alibaba, è prossimo allo sbarco a Wall Street, cioè il primo vero passaggio di quella che è ormai stata definita la più grande IPO (Initial Public Offering), l'Offerta Pubblica Iniziale, della storia del mondo tecnologico. Si parla di una raccolta vicina ai 15 miliardi di dollari, anche se gli analisti prevedono che la cifra possa essere superata e addirittura essere superiore alla IPO di Facebook che raccolse nel 2012 16 miliardi di dollari. Nel 2013 quella di Twitter era di 2,1 miliardi di dollari e quella di Google dieci anni fa fu di 1,9 miliardi di dollari. In pratica l'azienda venderebbe il 12% delle sue azioni che porterebbero a raccogliere una cifra di 20 miliardi. Alibaba in realtà sta conoscendo proprio in questi giorni una grande notorietà nel mondo occidentale, in virtù di questo sbarco nel mondo finanziario, ma quando lo si definisce un colosso è perchè vanta dei numeri in Cina che sono davvero straordinari.

Alibaba è la creatura di Jack Ma, un insegnante d'inglese, che nel 1995 durante un viaggio negli Usa, precisamente a Seattle, scopre Internet, ma da subito si accorge che digitando la parola "beer" non trova corrispondenza in cinese. Allora scatta quella che si rivelerà la scintilla vincente, da quel momento prende corpo l'idea che si concretizza con la fondazione di Alibaba nel 1999. Quindi la IPO è il coronamento di 20 anni, partendo dall'episodio del'95, che hanno visto crescere l'azienda fino a diventare uno dei siti di e-commerce più importanti al mondo. E con questa operazione Ma si appresterebbe a diventare il terzo uomo più ricco in Cina e uno dei primi 100 più ricchi nel mondo, secondo quanto stima Bloomberg.

Va inoltre detto che Yahoo! detiene il 24% delle azioni Alibaba che con questa IPO farebbero valorizzare il pacchetto fino a quasi 40 miliardi di dollari, una cifra enorme, e che consentirebbe all'azienda guidata da Marissa Mayer di incassare fino a 10 miliardi di dollari, cifra che dovrebbe essere reinvestita in parte in startup.

I sottoscrittori della IPO sono, tra gli altri, banche d'affari che abbiamo già visto in altre operazioni legate proprio al mondo tech, con nel caso di Facebook e di Twitter. E parliamo di Goldman Sachs, JPMorgan, Morgan Stanley, Citigroup e anche Credit Suisse.

E' forse il caso di dare qualche numero per comprendere la portata del colosso Alibaba oggi. In Cina, secondo quanto si legge in un focus dedicato all'azienda di Jack Ma da parte del WSJ, il mercato e-commerce ha fatturato 259 miliardi di dollari nel 2013 e si prevede che nel 2017 il mercato cresca ancora fino a a raggiungere un fatturato di 713 miliardi di dollari. Ebbene, l'80% del mercato e-commerce è in mano proprio ad Alibaba. Oggi l'azienda di Jack Ma conta 25 mila dipendenti, ha fatturato lo scorso anno 8 miliardi di dollari (utile netto 2,8 miliardi di dollari), con una crescita rispetto al 2012 del 62%.

Alibaba, data la sua grande forza, ha costretto Ebay ad abbandonare il tentativo di penetrare nel mercato cinese e nel 2013 ha fatto registrare vendite per 240 miliardi di dollari oggi ha registrare una capitalizzazione, quindi un valore, superiore a quanto ha fatto registrare un'altra grande azienda del settore, come Amazon, che nello stesso periodo ha realizzato vendite per 100 miliardi di dollari.

Sempre secondo il focus del Wall Street Journal, Alibaba alla data del 6 Maggio 2014 fa registrare una forte capitalizzazione, un valore aziendale dunque, capace di competere con le più grandi aziende del settore tecnologico. A quella data, Alibaba si stima avesse una capitalizzazione tra i 136 e i 250 miliardi di dollari. Apple, ad esempio ha una capitalizzazione di 512 miliardi di dollari, Facebook 136 miliardi di dollari, Google 358 miliardi di dollari.

Insomma, occhi puntati su Alibaba, ma come gli ultimi mesi ci hanno insegnato, la sorpresa può essere sempre dietro l'angolo, e quindi val la pena aspettare la vera prova dei fatti. Staremo a vedere.

In attesa di Wall Street Alibaba porta ricchezza in Cina
In attesa di Wall Street Alibaba porta ricchezza in Cina
108 di Viral Tech
Le 10 chiese più grandi al mondo
Le 10 chiese più grandi al mondo
147.140 di Design Fanpage
Expo 2015, made in Italy a Wall Street grazie a padiglione Italia
Expo 2015, made in Italy a Wall Street grazie a padiglione Italia
117 di Cronaca
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni