Da quando Amazon ha promesso che a breve avrebbe iniziato a consegnare la sua merce utilizzando i droni è passato ormai molto tempo, ma al di là di qualche video promozionale di velivoli-fattorini effettivamente in servizio ancora non ne abbiamo visti. C'è da dire che la casa di Jeff Bezos sta continuando a lavorare sul progetto e in queste ore ha mostrato al mondo un nuovo velivolo senza pilota capace di decollare come un quadricottero e – una volta in aria – trasformarsi in un aereo per il volo orizzontale. L'aggeggio è stato mostrato nel corso della conferenza annuale re:MARS tenuta dalla società e stando al numero uno della divisione consumer dovrebbe entrare in servizio nei prossimi mesi.

Come funziona il drone transformer di Amazon

Il decollo avviene in verticale come per ogni quadricottero, ma una volta a mezz'aria la configurazione del drone cambia: mentre l'unità centrale rimane nella propria posizione, la porzione del telaio che ospita i rotori si inclina portando le pale dell'elica perpendicolari al terreno e fornendo una stabile spinta in avanti anziché verso l'alto; il telaio che protegge le eliche – così inclinato – può fornire la superficie alare necessaria al drone per rimanere in aria alla velocità di crociera; al momento di atterrare infine il drone torna nella sua configurazione originale e si deposita al suolo con delicatezza. Per evitare di andare a sbattere contro gli ostacoli il dispositivo incorpora videocamere termiche, sensori di profondità e sonar, i cui dati convergono in un modello di pilotaggio basato sul machine learning che permette al drone di schivare tanto i cavi elettrici e gli edifici quanto gli ostacoli di dimensioni minori come il cane nel giardino dei clienti che ricevono la merce.

L'obbiettivo: partire tra pochi mesi

Passare a una modalità di volo orizzontale permette al gadget di raggiungere velocità più elevate con meno dispendio energetico. Grazie a questi due vantaggi Amazon spera di arrivare a creare dispositivi capaci di coprire una distanza di 24 chilometri e consegnare tutta la merce al di sotto dei due chili e mezzo (circa il 75-90% degli acquisti fatti su Amazon) in meno di 30 minuti. In effetti però, nonostante le parole del gruppo, non è chiaro quando questi dispositivi inizieranno a solcare i cieli: al di là della vaga indicazione temporale relativa ai "prossimi mesi", Amazon non ha specificato dove ha intenzione di inaugurare il servizio né quanti droni è pronta a dispiegare – dettagli che potrà condividere solo se e quando otterrà l'autorizzazione a procedere col suo programma da parte degli enti di aviazione dei Paesi nei quali intende operare.