amazon rimozione libri autismo

Una gift card da 25 dollari in cambio della propria immagine tridimensionale, accuratamente scansionata da apposite apparecchiature e memorizzata sui server di Amazon. La proposta fa parte di una iniziativa intrapresa negli Stati Uniti proprio da Amazon, dove un dipendente di Mashable ha raccontato di aver ricevuto per caso un annuncio pubblicitario su Instagram nel quale veniva invitato a sottoporsi alla procedura di scansione. L'adesione al programma — ha raccontato il sito — porta a compilare un questionario online, nel quale si prende appuntamento per una sessione di scansione che ha luogo a New York.

Nella pagina si apprende che le sessioni durano circa mezz'ora e che comprendono la risposta a un sondaggio, la misura di altezza e peso due tipologie di scansione 3D: la prima completa di abbigliamenti normali a discrezione dei partecipanti, e la seconda in abiti aderenti forniti direttamente da Amazon. Gli appuntamenti sono protetti da accordi di non divulgazione, che i volontari sono tenuti a firmare prima dell'inizio delle procedure. Al termine, viene finalmente consegnata la gift card utilizzabile sul portale del gruppo di Jeff Bezos.

Partner di Amazon nel progetto è Body Labs, startup acquisita dal gruppo nel 2017 e specialzzata nel creare modelli tridimensionali a partire da semplici foto in 2D. Il motivo per cui Amazon si stia mostrando così ansiosa di collezionare scansioni 3D potrebbe essere proprio legato alla volontà di migliorare la tecnologia impiegata da Body Labs per generare modelli tridimensionali realistici dandole in pasto nuovi dati. Resta da capire lo scopo finale dell'operazione: per Mashable Amazon potrebbe voler mettere a punto un software che simuli il look di capi di abbigliamento venduti online sulla corporatura dei potenziali acquirenti, ma interpellata dal sito la società si è limitata ad affermare di non avere annunci al riguardo.