111 CONDIVISIONI
29 Settembre 2021
10:54

Amazon vuole metterti in casa un robot che ti segue e sorveglia le stanze al posto tuo: ecco Astro

A metà strada tra un robot, un animale domestico e un assistente digitale, il dispositivo annunciato dal colosso dell’ecommerce può effettuare videochiamate, mostrare informazioni, controllare la domotica di casa, sorvegliare le stanze in assenza dei proprietari e riconoscere gli individui che gli si parano davanti.
A cura di Lorenzo Longhitano
111 CONDIVISIONI

Dopo l'assistente digitale Alexa e gli smart speaker della gamma Echo, era probabilmente questione di tempo affinché Amazon presentasse il suo primo robot domestico. È accaduto nelle scorse ore con Astro, un piccolo automa su ruote pensato per girare tra le stanze della casa e offrire ai presenti servizi di vario tipo – dalle videochiamate alla sorveglianza – passando per tutto ciò che sono già in grado di fare i dispositivi di domotica del colosso dell'ecommerce. Il gadget entrerà in commercio entro il 2021, ma la relativa pagina su Amazon è già stata allestita e racconta molto di quello che potrà fare.

Com'è fatto Astro

Astro è il dispositivo di domotica più avanzato mai realizzato da Amazon, e si basa su due componenti principali: la prima è un carrello provvisto di sensori e ruote motorizzate, che può spostare il robot in giro per casa navigando tra il mobilio; la seconda è uno smart display con fotocamera che visualizza le informazioni richieste, riprende quel che si para davanti al gadget e interagisce con i proprietari visualizzando un'espressione facciale stilizzata e adeguata al contesto. Tra le altre componenti non mancano un microfono per impartire comandi vocali al dispositivo, altorparlanti che gli consentono di rispondere, fornire informazioni, riprodurre musica l'audio delle videochiamate e un'asta periscopica che può sollevare la fotocamera secondaria all'altezza dei presenti, per esplorare meglio i dintorni per conto del proprietario.

Cosa può fare il robot di Amazon

Provvisto di queste componenti, Astro è proposto al pari di un assistente domestico. Alle funzionalità di uno smart display aggiunge la possiblità di seguire gli abitanti di casa per servirli in ogni stanza, ma non solo. Tramite funzioni di riconoscimento facciale può distinguere un abitante dall'altro e salutarlo in modi diversi; può ricordarsi di quali sono le stanze frequentate più abitualmente e piazzarsi nei dintorni per attendere comandi. Attraverso due motori aggiuntivi, il display del robot può inoltre ruotare e inclinarsi per incontrare lo sguardo di chi vi si sta rivolgendo. Attraverso un'area di carico con porta USB posta sul retro può trasportare piccoli oggetti da una stanza all'altra o interfacciarsi con dispositivi che richiedono una ricarica elettrica, come altri smartphone o accessori prodotti in futuro da terzi. Le funzioni di controllo a distanza infine lo rendono capace di sorvegliare l'abitazione quando i proprietari non sono presenti, inviando le immagini catturate in diretta presso l'app per smartphone abbinata.

Cosa non può fare

Ovviamente il dispositivo non è un robot tuttofare come quelli descrtti nelle opere di fantascienza. La mancanza di arti gli rende impossibile occuparsi delle mansioni più utili e banali, come ad esempio aprire una semplice porta, e il fatto che viaggi su ruote gli impedisce di fare le scale, confinandolo a un solo piano della casa e peraltro impedendogli di funzionare correttamente fuori dall'uscio. Non stupisce che il gadget al momento non sia indirizzato a un pubblico particolarmente ampio: il prezzo è di 999 dollari e l'acquisto sarà possibile entro la fine dell'anno solo su invito. Quando il dispositivo sarà pronto, ha anticipato l'azienda, sarà proposto a un numero maggiore di persone a un prezzo che però salirà a 1.499 dollari.

111 CONDIVISIONI
"Il robot di Amazon ti spia dentro casa tua": i documenti interni svelano i problemi di Astro
"Il robot di Amazon ti spia dentro casa tua": i documenti interni svelano i problemi di Astro
I robot umanoidi di Boston Dynamics fanno parkour e salti mortali: ecco come sono stati addestrati
I robot umanoidi di Boston Dynamics fanno parkour e salti mortali: ecco come sono stati addestrati
Il robot della bambola gigante di Squid Game esiste davvero: ecco dove si trova
Il robot della bambola gigante di Squid Game esiste davvero: ecco dove si trova
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni