Quella tra Steve Jobs e Bill Gates è probabilmente la rivalità più famosa di tutta l'industria tecnologica, cementificata nella mente degli appassionati nell'immagine di Gates proiettata sul maxischermo durante il Macworld di Boston nel 1997. Una rivalità storica che oggi prosegue anche dopo la scomparsa di Jobs, ma lontana dal business. Come? Grazie alle figlie dei due magnati, Eve Jobs e Jennifer Gates, rispettivamente di 19 e 21 anni, che al posto di sfidarsi con gadget tecnologici si sono ritrovate a competere nelle gare di equitazione.

La passione per i cavalli accompagna le due rampolle del settore tecnologico fin dall'infanzia: Jennifer ha iniziato a cavalcare all'età di sei anni, così come ha fatto Eve. In seguito, dopo la laurea all'Università di Stanford, in California, entrambe le giovani hanno ricevuto in regalo dai genitori un ranch milionario a Wellington, in Florida. La città dove si trova la maggior concentrazioni di talenti e ranch legati all'equitazione competitiva negli Stati Uniti. Così la competizione tra Bill e Steve si è trasformata in una sportiva competizione tra Eve e Jennifer.

Attualmente le due giovani cavallerizze si sono scontrate in gare ufficiali solamente in due competizioni di salto ad ostacoli, una a Los Angeles nel 2015 e una a Miami nel 2016. La sfida, però, è accesissima e vede la figlia di Gates in vantaggio: la Federazione equestre degli Stati Uniti ha posizionato Jennifer al 19esimo posto della classifica nazionale, mentre Eve si ferma al 23esimo posto. Le giovani cavallerizze hanno comunque già conquistato diversi premi: la figlia di Bill ha vinto 120.791 dollari di premi in denaro, mentre l'erede di Steve ha guadagnato 159.293 dollari.