Nel corso degli ultimi tre mesi Animal Crossing: New Horizon è diventato un fenomeno virale, una serie di meme, un campione di incassi e un piccolo diamante nella mani di Nintendo, che grazie all'ultimo capitolo della popolare serie ha visto esplodere i ricavi con un aumento del 428 percento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si parla di 3,39 miliardi di dollari nel corso dell'ultimo trimestre, con le vendite della sua Nintendo Switch cresciute del 166 percento raggiungendo le 5,68 milioni di unità piazzate negli ultimi tre mesi e posizionando la console a sole 470.000 copie di distanza da quelle vendute dal NES.

Risultati record che hanno a che fare con le incredibili vendite di Animali Crossing, un vero e proprio fenomeno globale in grado di vendere 10 milioni di unità nei soli tre mesi presi in esame, totalizzando 22 milioni di copie vendute fin dal suo lancio avvenuto durante le prime settimane di lockdown. Nintendo ha spiegato che più della metà delle nuove Switch avviate nel corso dell'ultimo trimestre hanno utilizzato Animal Crossing come primo gioco, dimostrando l'incredibile capacità di attrarre nuovi clienti e convincerli ad acquistare una nuova console.

Ad oggi Animal Crossing: New Horizon è il capitolo della serie più venduto e il secondo titolo per Nintendo Switch più venduto dopo Mario Kart 8 Deluxe. Risultati che peraltro arrivano nonostante le grandi problematiche relative alle scorte che hanno colpito Nintendo nel corso degli ultimi difficili mesi, con titoli come Ring Fit Adventure diventati quasi introvabili nei negozi. Proprio il videogioco di fitness è diventato uno dei più ambiti durante la quarantena perché consente di muoversi e fare esercizio fisico anche restando in casa. Ora resta da capire come si muoverà l'azienda giapponese nei prossimi mesi: la uscite per il resto dell'anno sono un mistero e per il momento non sono previsti grandi titoli in uscita.